L’attuale sire Marco Fava sabato dovrà vedersela con i due giovani pretendenti Bruno Auriemma e Michele Fava

Il carnevale settembrino elegge Re Berengario, sfilata e fuochi

13/09/2000 in Avvenimenti
Parole chiave: -
Di Luca Delpozzo
Gerardo Musuraca

Tut­to pron­to per la ses­ta edi­zione del set­tem­bri­no, orga­niz­za­to dal comi­ta­to delle man­i­fes­tazioni Re Beren­gario Pri­mo. E così saba­to, a par­tire dalle prime ore del mat­ti­no per con­clud­er­si a notte fon­da con lo splen­di­do spet­ta­co­lo pirotec­ni­co che vede la parten­za dei fuochi arti­fi­ciali dalle acque del lago e dalle tor­ri del Castel­lo scaligero prospi­cen­ti il lun­go­la­go, avrà inizio l’appuntamento di fine estate che è ormai un «pun­to fer­mo a con­clu­sione del­la sta­gione tur­is­ti­ca esti­va tor­re­sana», ha spie­ga­to il sin­da­co di Tor­ri Alber­to Vedovel­li. Dalle dieci del mat­ti­no nel­la piaz­za del por­to inizier­an­no a radunar­si le auto e le moto d’epoca dei più impor­tan­ti grup­pi provin­ciali. I miti­ci mezzi sfil­er­an­no poi attra­ver­so le strade di Tor­ri e delle frazioni di Pai ed Albisano. A par­tire dalle 15 invece, aper­tu­ra uffi­ciale dei seg­gi per votare ed eleg­gere Re Bere­gario Pri­mo, ovvero la maschera sim­bo­lo dell’intera man­i­fes­tazione, che sarà poi chia­ma­ta a rap­p­re­sentare il carnevale tor­re­sano per tut­to l’anno nelle varie man­i­fes­tazioni. Nel­la pas­sa­ta edi­zione lo scettro era anda­to a Mar­co Fava, anche quest’anno in pole posi­tion per tentare la ricon­fer­ma di capo del carnevale di Tor­ri. La con­cor­ren­za però sarà sta­vol­ta par­ti­co­lar­mente gio­vane ed agguer­ri­ta. A sfi­dare Fava ci sono infat­ti i poco più che ven­ten­ni Bruno Auriem­ma e Michele Fava, per­al­tro non lega­to da par­entela con l’attuale sire. Al ter­mine delle votazioni, il cui risul­ta­to si saprà solo in ser­a­ta quan­do avver­rà pro­prio l’incoronazione di Re Beren­gario Pri­mo, il pri­mo Re d’Italia che sog­giornò in paese, si potrà assis­tere agli spet­ta­coli offer­ti da alcu­ni artisti di stra­da, prove­ni­en­ti dal Par­co dei diver­ti­men­ti di . Per le 17.30 è pre­vis­to l’arrivo dei grup­pi mascherati del gran carnevale di Verona e da molti altri pae­si del­la provin­cia. «Tut­ti i grup­pi del carnevale provin­ciale», ha antic­i­pa­to la pres­i­dente del comi­ta­to man­i­fes­tazioni Anto­nia Con­soli­ni, «han­no con­fer­ma­to la pre­sen­za e sfil­er­an­no saba­to per le vie di Tor­ri. Inoltre quest’anno, a dif­feren­za delle prece­den­ti edi­zioni, avre­mo con noi pure i Grenz Lan­der, un grup­po di salta­tori, acro­bati e bal­leri­ni prove­ni­en­ti diret­ta­mente da Colo­nia, in Ger­ma­nia, per parte­ci­pare al nos­tro Carnevale». «Spe­ri­amo», con­clude scherzan­do la Con­soli­ni, «nel bel tem­po, anche se quest’anno non dovrem­mo aver prob­le­mi poiché lo abbi­amo “preno­ta­to” con largo anticipo». Alle 20 a Vil­la Melisa, sul lun­go­la­go Par­adiso, raduno di tutte le maschere che sfil­er­an­no a par­tire dalle 20.30, in onore del nuo­vo Re Beren­gario. Dalle 23.30 spet­ta­co­lo pirotec­ni­co. «Il carnevale set­tem­bri­no di Tor­ri», ha con­clu­so il pres­i­dente dell’Azienda di pro­mozione tur­is­ti­ca Enri­co Meren­da, «è una man­i­fes­tazione asso­lu­ta­mente di pri­mo piano per l’intera spon­da veronese. Più che un carnevale, è una vera fes­ta di carnevale in onore degli ospi­ti che si sono fer­mati fino alla fine del­la sta­gione tur­is­ti­ca esti­va. L’Azienda di pro­mozione sostiene forte­mente ques­ta man­i­fes­tazione che, in pochi anni, s’è davvero guadag­na­ta un pos­to di tut­to rilie­vo». Ger­ar­do Musuraca

Parole chiave: -