I laghi d’Italia nella Borsa del turismo aperta anche alle città vicine

Il Garda in primo piano

Di Luca Delpozzo
a.j.

Desen­zano. I laghi d’Italia si quotano in Bor­sa. Domani e saba­to a Vil­la Tassi­nara di Desen­zano, una quar­an­ti­na di tour oper­a­tor esteri, scelti e selezionati da Enit, prove­ni­en­ti da nove Pae­si, avran­no la pos­si­bil­ità di incon­trare i rap­p­re­sen­tan­ti dell’offerta tur­is­ti­ca lacuale ital­iana con lo scopo di definire per­cor­si comu­ni di val­oriz­zazione e com­mer­cial­iz­zazione del «prodot­to lago». La for­mu­la scelta per ques­ta inizia­ti­va, arriva­ta alla quin­ta edi­zione, è quel­la del work­shop ris­er­va­to agli addet­ti ai lavori, uno spazio di con­trat­tazione cioè tra gli oper­a­tori del­la doman­da e quel­li dell’offerta. Una sfi­da a tut­to cam­po per sostenere e val­oriz­zare le risorse dei laghi ital­iani che total­iz­zano oltre 18 mil­ioni di pre­sen­ze di tur­isti all’anno, con un giro d’affari di cir­ca 5.000 mil­iar­di. E la Bor­sa si pro­pone di pro­muo­vere innanz­i­tut­to la conoscen­za, soprat­tut­to all’estero, delle loro poten­zial­ità tur­is­tiche e delle carat­ter­is­tiche ambi­en­tali. In par­ti­co­lare con l’intenzione di porre in evi­den­za le moltepli­ci pos­si­bil­ità offerte da una vacan­za sui laghi: sportive, salu­tari, cul­tur­ali e artis­tiche, nat­u­ral­is­tiche, enogas­tro­nomiche. Appun­ta­men­to che mira a essere occa­sione di cresci­ta anche delle poten­zial­ità tur­is­tiche delle cit­tà lim­itrofe ai laghi e degli entroter­ra che, a liv­el­lo artis­ti­co, cul­tur­ale e ambi­en­tale pos­sono com­pletare una vacan­za, che ha il lago come cen­tro stanziale e come sede a rifer­i­men­to pri­mario. Si trat­ta nel­la sostan­za di raf­forzare la posizione di lead­er­ship, detenu­ta a liv­el­lo inter­nazionale, dei laghi ital­iani, e di con­sol­i­dare l’immagine nel mer­ca­to, attra­ver­so un prog­et­to mira­to con in pri­mo piano i tour oper­a­tor prove­ni­en­ti da Aus­tria, Svizzera, Ger­ma­nia, Dan­i­mar­ca, Bel­gio, Olan­da, Gran Bre­tagna, Fran­cia e Svezia e le asso­ci­azioni di cat­e­go­ria, i con­sorzi di pro­mozione, i tito­lari di strut­ture ricettive, sportive e di servizio. Al work-shop, orga­niz­za­to da Pro-Brix­ia, azien­da spe­ciale del­la Cam­era di com­mer­cio di Bres­cia, è affi­an­ca­to un edu­ca­tion­al tour di due giorni (saba­to e domeni­ca), sui laghi di Gar­da e d’Iseo, al quale parteciper­an­no tut­ti gli oper­a­tori esteri invi­tati alla Borsa.