Accuse di sperpero: la risposta del presidente Colombo

«Il Giro del Trentino ha portato soldi ed immagine in Tv»

13/07/2000 in Avvenimenti
Di Luca Delpozzo
s.j.

Quan­to è costa­to il Giro del Trenti­no, la clas­si­ca di ciclis­mo che per il sec­on­do anno con­sec­u­ti­vo è appro­da­ta in aprile nel comune del­l’al­to lago? L’interpellanza arri­va dal grup­po di mino­ran­za Camp de l’O­ra, che solo a fine giug­no ha rice­vu­to in Con­siglio la rispos­ta atte­sa anco­ra dai pri­mi di mag­gio. È toc­ca­to a Giu­liano Colom­bo, pres­i­dente del­l’is­ti­tuzione Mal­ce­sine Più, dare le infor­mazioni del caso snoc­ci­olan­do tut­ta una serie di cifre. «L’impegno finanziario è sta­to pari a 96 mil­ioni e 500mila. Abbi­amo però già introi­ta­to 12 mil­ioni e mez­zo da spon­sor vari men­tre siamo anco­ra in atte­sa di rice­vere il con­trib­u­to promes­so dal­la Provin­cia e dal Baci­no imbrif­ero mon­tano. La cifra quin­di è des­ti­na­ta a diminuire. C’è poi da ricor­dare che la metà del­la spe­sa sostenu­ta è servi­ta per pagare il per­not­ta­men­to dei ciclisti e di tut­ta la carovana al segui­to del Giro. Sol­di investi­ti a ben­efi­cio degli alberghi locali.» In mer­i­to alla crit­i­ca avan­za­ta dalle mino­ranze di sper­pero di denaro pub­bli­co, l’e­spo­nente di mag­gio­ran­za ha chiosato: «Mal­ce­sine è apparsa in Tv sug­li scher­mi del­la Rai per cir­ca ven­ticinque minu­ti. La cor­sa è sta­ta trasmes­sa anche su Eurosport. A liv­el­lo d’im­mag­ine e di pro­mozione tur­is­ti­ca il nos­tro paese ne è usci­to alla grande». E il futuro? «Pen­so pro­prio», ha sostenu­to Car­lo Chin­car­i­ni con­sigliere con del­e­ga allo sport, «che anche per il 2001 ospiter­e­mo il Giro del Trentino».