Riconoscimento al soprano, la consegna domani a Ponti sul Mincio in «Lirica sotto le stelle. Già assegnato a Adriana Lazzarini, Katia Ricciarelli e Alida Ferrarini

Il premio «Zamboni» a Stefania Bonfadelli

Parole chiave: -
Di Luca Delpozzo
Maurizio Toscano

È sta­to asseg­na­to a Ste­fa­nia Bon­fadel­li, gio­vane sopra­no di Valeg­gio sul Min­cio, il Pre­mio liri­co «Maria Zam­boni d’Oro», giun­to quest’anno alla sua ses­ta edi­zione. Pri­ma del­la can­tante veronese il pres­ti­gioso riconosci­men­to, che si svolge tut­ti gli anni in agos­to a Pon­ti sul Min­cio per inizia­ti­va dell’amministrazione comu­nale, è sta­to appan­nag­gio di gran­di nomi del­la lir­i­ca: Adri­ana Laz­zari­ni, Katia Ric­cia­rel­li, Maria Guleghi­na, Ali­da Fer­rari­ni e Bruna Baglioni. Il sopra­no di Valeg­gio, in occa­sione del ritiro del pre­mio, si esi­birà domani sera nel­la piaz­za di Pon­ti in un con­cer­to dal tito­lo «Lir­i­ca sot­to le stelle», che vedrà anche la parte­ci­pazione del tenore Fil­ip­po Micale e del baritono Alessan­dro Kim. Con loro sarà pre­sente anche la corale di San Bia­gio con al pianoforte il mae­stro Alber­to Cavoli. Mad­ri­na del­la ser­a­ta la grande can­tante Adri­ana Laz­zari­ni. La man­i­fes­tazione, idea­ta da Emilio Bul­gar­i­ni, grande appas­sion­a­to di musi­ca operi­s­ti­ca di Peschiera del Gar­da, ver­rà pre­sen­ta­ta da Michele Nocera, biografo inter­nazionale di e Katia Ric­cia­rel­li. Ste­fa­nia Bon­fadel­li ha inizia­to lo stu­dio del pianoforte a otto anni e del can­to a 14, sot­to la gui­da di Lina Aimaro Bertasi, l’indimenticato sopra­no sirmionese spen­tosi due anni fa. Ha inizia­to la car­ri­era inter­nazionale alla Staat­sop­er di Vien­na con «I Puri­tani» dove dal 1997, è ospite ogni anno con vari titoli come «Lucia di Lam­mer­mor». «Rigo­let­to» e «La Travi­a­ta». È sta­ta ospite di molti teatri europei e, ulti­ma­mente, del Roy­al Coven Gar­den di Lon­dra. Si è esi­bi­ta alla Scala di sot­to la direzione di Ric­car­do Muti. Ormai lan­ci­a­ta sul tram­poli­no del grande suc­ces­so, la can­tante di Valeg­gio è sta­ta ingag­gia­ta dal teatro di Vien­na fino al 2004. Il pre­mio «Zam­boni» è ded­i­ca­to alla memo­ria del­la grande can­tante lir­i­ca di Pon­ti che cal­cò le scene dei teatri di tut­to il mon­do diret­ta da Arturo Toscani­ni negli anni Ven­ti e Trenta. Morì a Peschiera del Gar­da nel 1976, dopo una stra­or­di­nar­ia car­ri­era artistica.

Parole chiave: -

Commenti

commenti