12 aziende olivicole hanno dato vita alla 7 edizione di “Olea 2003” inaugurata nella mattinata di domenica alla presenza di numerosi sindaci della Valtenesi

Inagurata Olea 2003

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo

12 aziende olivi­cole han­no dato vita alla 7 edi­zione di “Olea 2003” inau­gu­ra­ta nel­la mat­ti­na­ta di domeni­ca alla pre­sen­za di numerosi sin­daci del­la Valte­n­e­si, com­pre­so ovvi­a­mente a Ambro­gio Flori­coli Pri­mo Cit­tadi­no di San felice del Bena­co, e l’assessore Provin­ciale Enri­co Mat­tin­zoli. Pre­sente anche Gio­van­ni Maz­zol­di pres­i­dente dell’AIPOL che con l’Amministrazione comu­nale por­ta avan­ti ques­ta Rasseg­na Regionale ded­i­ca­ta all’olio extravergine di oli­va di Qual­ità DOP”. A dare man­forte alla buona rius­ci­ta di ques­ta inizia­ti­va, ha chiu­so i bat­ten­ti con un lus­inghiero suc­ces­so, domeni­ca sera, anche 4 ris­toran­ti del­la zona che han­no pro­pos­to inter­es­san­ti menu a base di olio d’oliva extravergine del Gar­da. Affol­la­men­to anche nel­lo stand isti­tuzionale, cura­to dal­la Anti­ca Trat­to­ria Solelu­na, dove è sta­to pos­si­bile degustare un menu uni­co con “carpac­cio di polipo e patate con pesto di ruco­la” segui­to da uno splen­di­do trit­ti­co con “La tartare, la padel­la­ta e la grigli­a­ta di funghi porci­ni”. Sono state poi servite, a tut­ti i numerosi com­men­sali che si sono alter­nati nelle ser­ate di ven­erdì, saba­to e domeni­ca, delle “pen­nette fred­de, le sarde del lago, sal­sa verde e peper­oni dol­ci arros­ti­ti. Segui­va poi “l’involtino di core­gone alla griglia con mine­strone esti­vo” e “guan­ciale croc­cante di vitel­lo e insala­ta di sedano”. A seguire for­mag­gi e “la ciambel­la e il gela­to all’extravergine di oli­va con fragole calde”. Piat­ti e pro­poste da non dimen­ti­care!. Ma soprat­tut­to quel­lo che è emer­so nel cor­so dei vari salu­ti delle autorità pre­sen­ti è la voglia di pros­eguire nel­la val­oriz­zazione di questo prodot­to DOP garde­sano che abbrac­cia le due sponde: lom­bar­da e veronese. E per sot­to­lin­eare ques­ta volon­tà a San Felice era giun­to anche Gian­car­lo Sabai­ni in duplice veste, di sin­da­co di Cavaion Veronese che da anni pro­pone degus­tazioni, assag­gi e con­cor­si con l’olio DOP del Gar­da, e mem­bro del diret­ti­vo delle Cit­tà dell’Olio por­tan­do anche i salu­to delle “Donne dell’olio” che ha sede pro­prio a Cavaion. Nei dis­cor­si ovvi­a­mente non pote­vano man­care anche qui, come nel set­tore vini­co­lo, dram­mati­ci ricor­di dell’agosto 2002 che han­no forte­mente penal­iz­za­to la pro­duzione olivi­co­la del 2003. Ma i seg­nali che si riscon­tra­no nelle cam­pagne “curate meglio dei gia­r­di­ni di casa nos­tra” è sta­to det­to, las­ciano ben sper­are per una buona anna­ta pro­dut­ti­va che darà i suoi frut­ti nel prodot­to com­mer­cial­iz­za­to il prossi­mo 2004. Le piante han­no prodot­to una mer­av­igliosa fior­it­u­ra non dis­tur­ba­ta da piogge anche se ora neces­si­tano pro­prio di acqua. Quin­di non rimane che atten­dere che anco­ra una vol­ta questo prodot­to, par­ti­co­lare ed uni­co nelle sue carat­ter­is­tiche del , pos­sa ritornare alla grande nel rispet­to delle nor­ma­tive, sulle nos­tre tav­ole. Bas­tano alcune goc­ce per insapor­ire e trasmet­tere pro­fu­mi incon­fondibili alle nos­tre pietanze: “poco ma buono” dice­va quel tale che, se ripor­ta­to nelle nos­tra vita ali­menta­re con un po’ di accortez­za cer­ta­mente non met­terà in crisi le nos­tre economie anzi con­tribuirà ad apprez­zare uno dei prodot­ti più sig­ni­fica­tivi del­la nos­tra econo­mia agri­co­la. Appun­ta­men­to ora all’anno prossi­mo per l’8^ edi­zione di ques­ta “Olea” ded­i­ca­ta esclu­si­va­mente all’olio d’oliva Extravergine di Qual­ità D.O.P.

Parole chiave: