Passi avanti per il progetto comunale destinato a riqualificare l’intera frazione. In arrivo un polivalente e un nuovo campo di calcio

Lo sport avrà casa a Centenaro

12/06/2001 in Avvenimenti
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Roberto Darra

Ci sono notizie di peso per gli sportivi lonate­si: entro l’autunno inizier­an­no i lavori per la real­iz­zazione del nuo­vo impianto di Cen­te­naro. Per la costruzione del­la strut­tura è sta­ta sot­to­scrit­ta da tem­po una con­ven­zione con la par­roc­chia, e l’area nec­es­saria è sta­ta indi­vid­u­a­ta. A fis­sare la tabel­la di mar­cia è l’assessore ai Lavori pub­bli­ci Emilio Bare­si. Ed è lo stes­so asses­sore a spie­gare che nei prossi­mi mesi si arriverà alla definizione di un prog­et­to esec­u­ti­vo che con­ter­rà comunque anche altri impor­tan­ti inter­ven­ti urban­is­ti­ci di riqual­i­fi­cazione per l’intera frazione. «Se tut­to andrà bene, entro la fine dell’anno — spie­ga Bare­si — dagli impeg­ni si passerà alla fase oper­a­ti­va. La con­ven­zione stip­u­la­ta tra l’amministrazione comu­nale e la par­roc­chia di Cen­te­naro, adot­ta­ta dal­la Giun­ta munic­i­pale nel novem­bre dell’anno scor­so, prevede la ges­tione del nuo­vo cen­tro polifun­zionale e del nuo­vo cam­po sporti­vo che sarà real­iz­za­to pro­prio da noi. Si trat­ta di inter­ven­ti su aree di cir­ca 14 mila metri qua­drati in parte di pro­pri­età del­la par­roc­chia e in parte del Munici­pio, local­iz­zate di fronte alla chiesa». L’operazione prevede anche la real­iz­zazione di un sagra­to nell’area prospiciente la chiesa, e di una piaz­za che la bor­ga­ta anco­ra non possiede, dal­la quale si potrà accedere al par­co, com­ple­to di attrez­za­ture per il gio­co dei bam­bi­ni. Una pista cor­rerà tut­to intorno all’area che sarà al cen­tro del­la lot­tiz­zazione. Sem­pre sul bor­do del­la piaz­za, sec­on­do le inten­zioni del­la Giun­ta gui­da­ta da Moran­do Peri­ni, sarà costru­ito un edi­fi­cio poli­va­lente des­ti­na­to a un uti­liz­zo pub­bli­co: al piano ter­ra del­la costruzione tro­ver­an­no pos­to gli spoglia­toi per le squadre e l’arbitro, e in più un pic­co­lo mag­a­zz­i­no e una stan­za per gli incon­tri. Al pri­mo piano saran­no invece real­iz­zate alcune stanze multi­u­so, che potreb­bero ospitare una pic­co­la , una sala proiezioni e attiv­ità di grup­po. Dietro la nuo­va piaz­za tro­verà pos­to il cam­po da cal­cio, con tan­to di tri­bune e impianto di irrigazione. Il nuo­vo cen­tro sporti­vo di Cen­te­naro ver­rà poi com­ple­ta­to con la costruzione di una piattafor­ma poli­va­lente (ten­nis, pallavo­lo, bas­ket) e di due nuove aree per il parcheg­gio. Un prog­et­to impeg­na­ti­vo, insom­ma, des­ti­na­to a ridis­eg­nare buona parte del­la frazione lonatese. La con­ven­zione già sot­to­scrit­ta ha una valid­ità di 99 anni, trascor­si i quali l’accordo ver­rà a cadere, e i beni rimar­ran­no di pro­pri­età dei rispet­tivi enti (Comune e par­roc­chia) come risul­ta dai dati cat­a­stali attuali. Ma anche nel capolu­o­go gli attuali impianti sportivi sof­frono per alcu­ni lim­i­ti, sia per quan­to riguar­da il cam­po comu­nale di viale Roma, sia rel­a­ti­va­mente al palazzet­to di via Regia Anti­ca, gesti­to dal Bas­ket Aquile Lona­to. Cosa inten­dere fare l’amministrazione comu­nale? «Miglio­rare dove pos­si­bile l’esistente e indi­vid­uare una zona sul­la quale col­lo­care il prog­et­to di un nuo­vo cen­tro sporti­vo. La scelta del­lo spazio nec­es­sario — spie­ga Bare­si — sarà con­tes­tuale alla revi­sione del Piano rego­la­tore gen­erale, che è già in cor­so. Pen­so quin­di che entro la fine dell’anno anche ques­ta fase pos­sa con­clud­er­si. Poi si par­lerà del prog­et­to vero e pro­prio e di come trovare i fon­di nec­es­sari per real­iz­zar­lo: Coni, Cred­i­to sporti­vo o altro anco­ra. Ovvi­a­mente, l’area scelta dovrà con­sen­tire una even­tuale espan­sione, e dovrà essere adeguata­mente servi­ta dal­la rete stradale. L’individuazione matur­erà anche attra­ver­so il con­fron­to tra le forze politiche in con­siglio e con i cit­ta­di­ni». Nell’immediato, intan­to, sono pre­visti i lavori di rad­doppio degli spoglia­toi del cam­po sporti­vo comu­nale di viale Roma, sul quale attual­mente si allenano (e ven­gono gio­cate le gare di cam­pi­ona­to) gli atleti del set­tore gio­vanile del­la Fer­alpi Cal­cio. «Pri­ma di vendere questo impianto — con­tin­ua l’assessore Bare­si — come viene sol­lecita­to da certe forze politiche, vogliamo far diventare una realtà quel­lo nuo­vo. Inten­di­amo anche ampli­are via Mon­te­bel­lo, la mini tan­gen­ziale che dall’ex acciaieria Busi si col­le­ga con la stazione fer­roviaria, non solo per­chè così ver­rà decon­ges­tion­a­to il cen­tro cit­tadi­no, ma anche per­chè in questo modo sarà pos­si­bile servire meglio il cam­po da cal­cio del cen­tro gio­vanile usato dal­la pri­ma squadra del­la Fer­alpi». Il prog­et­to pre­lim­inare per quest’ultima opera è già sta­to approva­to, ed entro l’anno dovrebbe diventare esecutivo.

Parole chiave: