Sul Benaco crescita costante. Gli stranieri i più affezionati

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
s.z.

«Dal ’95 al ’99 il Gar­da ha reg­is­tra­to una costante cresci­ta, pas­san­do da due mil­ioni e 469 mila arrivi a due mil­ioni e 936mila (»18%), e da 13 mil­ioni e 644mila pre­sen­ze a 15 mil­ioni e 772mila (»15,6%). Sec­on­do una sti­ma di mas­si­ma, anche il 2000 sem­bra esser­si con­clu­so in maniera pos­i­ti­va, con un incre­men­to del 3 — 4%, rispet­to al già buono ’99», osser­va l’al­ber­ga­tore Anto­nio Pasot­ti che, nel­la , è respon­s­abile del tur­is­mo. «Nel ’95 — pros­egue Pasot­ti — gli stranieri era­no il 67%, nel ’99 il 70%. Un seg­nale indica­ti­vo del­la cresci­u­ta dis­af­fezione degli ital­iani nei con­fron­ti del prodot­to-lago. I fre­quen­ta­tori più assidui sono sem­pre i tedeschi (43% del movi­men­to com­p­lessi­vo del ’99). Seguono ital­iani (30%) e, a lun­ga dis­tan­za, olan­desi, ingle­si, scan­di­navi, tut­ti con buone per­centu­ali di incre­men­to, a dis­capi­to di altri pae­si come Aus­tria, Fran­cia e Svizzera, da qualche sta­gione in fles­sione». Le pre­vi­sioni del 2001? «La nuo­va sta­gione dovrebbe essere almeno all’al­tez­za del­la pas­sa­ta. Con­for­t­an­ti i seg­nali rac­colti negli appun­ta­men­ti fieris­ti­ci. Gli inves­ti­men­ti pro­mozion­ali, sia di natu­ra pub­bli­ca che pri­va­ta, sono inten­si­fi­cati. Anche gra­zie all’ac­cu­ra­ta polit­i­ca dei prezzi, ormai da tem­po mes­sa in atto dagli oper­a­tori garde­sani, pos­si­amo sostenere che, su questo fronte, non si man­i­fes­tano vis­tosi seg­nali di pre­oc­cu­pazione. Gli uni­ci inter­rog­a­tivi restano legati alla (45 bis)». L’e­spo­nente del­la Comu­nità sostiene che bisogna «qual­i­fi­care l’am­bi­ente, garan­ten­do strade e trasporti effi­ci­en­ti. Chi sceglie il Gar­da per le vacanze deve trovare infra­strut­ture fun­zion­ali e mod­erne, richi­a­mi cul­tur­ali, artis­ti­ci e sportivi di buon liv­el­lo. Soprat­tut­to una grande preparazione impren­di­to­ri­ale, a par­tire dagli atteggia­men­ti più ele­men­tari di edu­cazione e corte­sia. Il sis­tema tur­is­mo sta cam­bian­do in maniera ver­tig­i­nosa. Basti pen­sare che il nos­tro sito Inter­net ha avu­to più di tre mil­ioni di vis­i­ta­tori, con nove mil­ioni di pagine lette».

Parole chiave: