Circolo Vela polo d'attrazione per giovani? Un'idea che piace molto

Tranquille notti di baldoria sul lago

12/07/2000 in Avvenimenti
Parole chiave: -
Di Luca Delpozzo
r.s.

L’idea c’è ed è buona: creare nel vas­to piaz­za­le Con­ca d’Oro un polo serale d’at­trazione gio­vanile. Mag­a­ri con­fi­dan­do di rius­cire nel­l’im­pre­sa anche per mit­i­gare il caos del cen­tro. La spi­ag­gia è in posizione splen­di­da e, soprat­tut­to, lon­tano dal­l’abi­ta­to quan­to bas­ta per met­tere al riparo i tim­pani di chi preferisce la qui­ete all’in­trat­ten­i­men­to musi­cale con una bir­ra in mano.Idea lan­ci­a­ta dal , che del par­co, fronte lago, ne è da qualche anno for­tu­na­to gestore. Con l’oc­chio impren­di­to­ri­ale, si capisce, il Cir­co­lo ha intrav­is­to la pos­si­bil­ità di incre­mentare notevol­mente il lavoro del pun­to di ris­toro ester­no alla sede nau­ti­ca. Fino­ra, infat­ti, alla cala­ta del­l’òra e del sole, ces­sa­va anche ogni attiv­ità economica.Idea che piace anche al Comune, il legit­ti­mo pro­pri­etario. Ormai inonda­to di proteste da ogni parte, il Comune non sa più a che san­to votar­si per ridare pace ai suoi concit­ta­di­ni e ospi­ti più tran­quil­li. Da qualche anno (ma forse da sem­pre) Tor­bole alle prime calure estive si trasfor­ma in una bol­gia sen­za freno. Fenom­e­no, del resto, con­di­vi­so con tutte le local­ità tur­is­tiche fre­quen­tate da gio­vani in cer­ca di emozioni for­ti. E, d’al­tra parte, se si va a cer­care con le pro­mozioni tur­is­tiche pro­prio questo tipo di tur­is­mo (che poi è quel­lo “sporti­vo”) non c’è da aspet­tar­si di vedere tut­ti a let­to alle 23. L’ul­ti­ma notte di tre­gen­da, pro­prio nel­la not­ta­ta tra saba­to e domeni­ca scor­si. Il paese pare­va pre­so d’as­salto da una fol­la chi­as­sosa come mai vis­to pri­ma d’o­ra. E nes­suno in paese, fino all’al­ba ha chiu­so occhio. Sem­plice­mente si face­va un po’ di “fes­ta” per i con­venu­ti alla procla­mazione del “King of the lake”, gara super­spon­soriz­za­ta di wind­surf. Quin­di ben ven­ga (si pen­sa in Comune, e lo con­fer­ma lo stes­so asses­sore al tur­is­mo Mar­tinel­li) qualche sposta­men­to più a sud e fuori paese del gran casi­no not­turno. Ben inte­so, non è che là ci sarà licen­za di fare quel che si vuole. Tut­t’al­tro, i gestori del for­ni­tis­si­mo ris­toro e del­la spi­ag­gia, le idee le han­no chiare in mer­i­to. Vogliono offrire intrat­ten­i­men­to intel­li­gente: musi­ca (pos­si­bil­mente anche dal vivo) e fil­mati sportivi su maxi-scher­mo, e soprat­tut­to, tan­to spazio in più per tut­ti, auto comprese.

Parole chiave: -