mercoledì, Luglio 24, 2024
HomeAttualitàAeroporti del Garda
«L’asse Brescia-Veronavincerà le sfide globali»

Aeroporti del Garda

La vertenza sulle concessioni non sta certo penalizzando gli investimenti sullo scalo di Montichiari. Lo dimostra il progetto «atterraggi sicuri», che pone il «D’Annunzio» sotto i riflettori del mondo aeroportuale mondiale. La «Catullo», che detiene l’85% dell’aeroporto bresciano, continua quindi a scommettere sullo sviluppo di Montichiari.«IL NUOVO SISTEMA è una conseguenza di importanti investimenti effettuati dalla società con lo scopo di promuovere lo scalo ai massimi livelli nazionali ed internazionali – afferma a questo proposito Fulvio Cavalleri presidente della Catullo -. Gli investimenti, che dal 2003 al 2008 sommano a circa 30 milioni di euro, sono stati realizzati per il potenziamento della capacità dell’aeroporto, per l’operatività in bassa visibilità, per permettere l’avvio delle operazioni cargo, che hanno portato il D’Annunzio al quarto posto nazionale, e per l’attività di polo nazionale di interscambio della Posta».Si tratta di dati che, secondo Fulvio Cavalleri parlano da soli e offrono una palese chiave di lettura sulle prospettive degli aeroporti che dovranno fare necessariamente sistema per restare competitivi.«È NECESSARIO UN PIENO accordo con la compagine bresciana per creare un D’Annunzio sempre più competitivo e in grado, al fianco del Catullo, di affrontare e vincere le grandi sfide europee».La prossima sfida che attende invece il presidente Fulvio Cavalleri sarà il rinnovo del consiglio di amministrazione della società Catullo. L’assemblea è convocata per lunedì 21 gennaio. Sarà il primo passaggio importante in attesa si sciolga il nodo sulla convenzione.

Nessun Tag Trovato
Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In Evidenza

Dello stesso argomento

Ultime notizie

Ultimi Video