Home Manifestazioni Avvenimenti Altro bar nel mirino dei ladri prima di dar fuoco al Sirena

Altro bar nel mirino dei ladri prima di dar fuoco al Sirena

0

Novità sul fronte dell'incendio al Bar Sirena con danni attorno ai cento milioni. Secondo indiscrezioni i sarebbero arrivati ad un passo dalla cattura del balordo che nella notte tra martedì e mercoledì ha mandato in fumo il locale di Lorenzo Boni sulla passeggiata Rivalunga al confine con Garda. Si tratterebbe di un italiano, non della zona, già con alcuni precedenti penali. Il malvivente alloggiato presso un albergo di Garda si sarebbe recato mercoledì mattina al pronto soccorso di una struttura sanitaria dell'area Garda per curare una ferita da polso. Si ricorderà che il ladro era penetrato nell'esercizio dopo aver rotto con la mano un angolo dell'ampia vetrata lasciando un po' ovunque tracce di sangue, oggetto poi dei rilievi della scientifica di Peschiera. Sull'intera vicenda per ovvie ragioni c'è il massimo riserbo da parte delle forze dell'ordine. Intanto si è scoperto che alla pizzeria Viavai, sulla Gardesana a un centinaio di metri in linea d'aria al Bar Sirena, sempre nella notte tra martedì e mercoledì i ladri sono penetrati dalla finestra lasciata aperta sul retro del locale. I malviventi in questo caso si sono solo limitati a rubare 350mila lire presenti in cassa. L'orario e il tempo che divide tra loro i due episodi lascia presupporre che si tratti opera dello stesso delinquente molto facilmente in preda ai fumi dell'alcool. Su quanto si è verificato nell'ultima settimana a (martedì scorso si è registrato un tentativo d'incendio alla sede della polizia municipale) il sindaco Armando Ferrari non nasconde tutta la sua preoccupazione. «Si tratta di episodi commessi da balordi e non di malavita organizzata ma per questo non bisogna abbassare la guardia».

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Exit mobile version