venerdì, Luglio 19, 2024
HomeAttualitàDieci anni di presepi grazie agli Amici
Inaugurazione la rassegna al forte. In mostra 60 opere con marteriali orginali da tutta la provincia

Dieci anni di presepi grazie agli Amici

Spegne 10 candeline la rassegna Presepi al Forte, inaugurata domenica pomeriggio nella batteria alta di forte Wohlgemuth alla presenza delle autorità e di molti rivolesi, incuriositi dalla mostra di rappresentazioni sacre. Dopo il taglio del nastro e i saluti del sindaco Mirco Campagnari e dell’assessore provinciale alla cultura Matteo Bragantini bambini e adulti si sono voluti gustare in anteprima la rassegna natalizia. Circa una sessantina i presepi in esposizione, raccolti dall’associazione Amici del Forte per organizzare l’evento in collaborazione con l’amministrazione comunale di Rivoli. Provengono da molti paesi della provincia veronese, da Bardolino a Sommacampagna, da Bussolengo a Peschiera, da Lugagnano a Fumane, senza contare le opere realizzate in casa dalle associazioni attive a Rivoli: la sacra famiglia di carta velina dalla biblioteca comunale si trova poco lontano dalle statuine in ceramica realizzate a mano dalle artiste del gruppo di ceramica Casarotti e dal presepe del comitato che anima il carnevale rivolese. Non poteva mancare inoltre il presepe dei bambini delle scuole materna ed elementare, che si sono adoperati con le loro insegnanti per dare vita a un grande presepe fatto di foglie, tessuti, carta.Fantasia e creatività fanno bella mostra di sé in tutta la rassegna, insieme a materiali e forme tra i più svariati. Se il legno la fa comunque da padrone, tra una Madonna con bambino dipinta su un vecchio tronco e tanti personaggi sistemati tra alcuni rami contorti e possenti di qualche albero secolare, per l’occasione sono arrivate sul monte Castello anche le terrecotte del Salento. E poi ancora: tegole da cui si aprono scenari caratteristici con villaggi e scene di vita quotidiana; un tempietto del 1920 abitato dagli angeli; bottiglie e calici di vetro che lasciano intravvedere il piccolo Gesù tra Giuseppe e Maria. Grandi e originali i due presepi realizzati uno con i ciottoli dell’Adige, l’altro che riproduce nei minimi particolari il forte stesso vestito a festa per il periodo natalizio. Un gruppo di Fumane, invece, ha voluto ricordare la tragedia del Vajont sistemando la sacra famiglia tra il deserto e la desolazione lasciati dall’acqua dopo il suo passaggio.«Dieci anni di presepi al forte rappresentano un momento importante per la nostra tradizione, così ben radicata tra la gente», ha affermato il sindaco Campagnari. «Un grazie è d’obbligo agli Amici del forte, che si sono adoperati anima e corpo per organizzare la rassegna al meglio anche per questa edizione, dando ufficialmente inizio al Natale a Rivoli». Durante l’inaugurazione un saluto è arrivato anche dall’assessore provinciale Bragantini. «Non dobbiamo rinunciare alle nostre tradizioni per fare integrazione», ha dichiarato facendo riferimento alle recenti polemiche sulla scomparsa del presepe tra la merce in vendita nei centri commerciali. «Il presepe non attira più? Io credo che manifestazioni come questa ci dimostrino quanto sia una forma artistica bella e ancora capace di dare un segnale di pace e speranza».La rassegna Presepi al Forte sarà aperta fino al 7 gennaio 2007 la domenica dalle 14.30 alle 19, compresi l’8 dicembre, il 31 dicembre e il 6 gennaio. Per informazioni rivolgersi al comune (045.728.1166) oppure telefonare al 338.974.1317.

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In Evidenza

Dello stesso argomento

Ultime notizie

Ultimi Video