lunedì, Giugno 24, 2024
HomeManifestazioniAvvenimentiGrazie alle crocerossine
Ottant'anni di altruismo e generosità

Grazie alle crocerossine

Le infermiere volontarie della Croce Rossa trentina celebrano l’ottantesimo anniversario della fondazione del corpo con manifestazioni che si protrarranno fino al 30 settembre. Una di queste avrà luogo anche a Riva, dove il Comune vuole onorarle con una cerimonia che si svolgerà domenica prossima, 29 settembre, con un corteo che partirà dall’oratorio parrocchiale di sangta Maria Assunta alle 15 e che sfilerà lungo le vie cittadine prima di arrivare in piazza Tre Novembre. Qui il sindaco consegnerà alla rappresentanza del gruppo trentino una medaglia d’oro. Per l’occasione sarà presente l’ispettrice nazionale Annamaria Ghignosi.Nato a Trento nel 1922, per volontà di Giuseppina Andreatta in Tomazzoli, il corpo della Cri raccoglie l’eredità di dedizione e solidarietà che si erano manifestate nel corso del primo conflitto mondiale. Una quarantina d’infermiere, per lo più al seguito dell’ospedale militare, danno vita al primo nucleo che opera a Trento, Riva, Arco e Povo. Numerosi gli interventi di carattere umanitario e assistenziale e le missioni anche fuori provincia in zone colpite da calamità. Nel corso della seconda guerra mondiale, le crocerossine si fanno apprezzare per sacrificio e generosità. Quattro di loro, deportate nei campi di concentramento, svolgono un’incessante attività sanitaria e di conforto. L’azione coraggiosa di alcune diventa fondamentale dopo l’8 settembre, allorquando raggiungevano lo snodo ferroviario di Ora dove erano fermati i convogli in transito prima di essere smistati nei Lager e, a rischio della vita, fornivano acqua e un minimo di generi di conforto, cercando di raccogliere informazioni sulle persone deportate per informare poi le famiglie. Una serie di azioni valorose che faranno meritare al Corpo trentino molti riconoscimenti fra cui sei Croci di guerra. Dal dopoguerra ad oggi l’opera delle infermiere volontarie è proseguita immutata nello spirito con una presenza costante e premurosa in tutte le situazioni di difficoltà: dall’alluvione del Polesine alla guerra del Kossovo. Le infermiere trentine della Cri sono state presenti anche in Libano, Mozambico, Bosnia, Albania, Romania.

Nessun Tag Trovato
Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In Evidenza

Dello stesso argomento

Ultime notizie

Ultimi Video