domenica, Luglio 21, 2024
HomeAttualitàI turisti rispondono all’appello
Gettonati i viaggi in battello e i centri di divertimento della sponda veronese. Code al rientro. Tutto esaurito a Desenzano e Sirmione. Ma c’è chi protesta per i prezzi

I turisti rispondono all’appello

Prove generali di esodo estivo sulla riviera del Garda per il week-end pasquale. Ed è finita oltre ogni previsione più ottimistica il primo appuntamento della stagione turistica grazie anche al bel tempo e a temperature che hanno sfiorato i 22 gradi. Pasquetta caratterizzata dalle gite fuori porta con pic nic, che hanno occupato spiagge e parchi pubblici. Sorridono gli albergatori, che hanno registrato il «tutto esaurito» almeno fino a dopodomani, contenti ristoratori e commercianti di Desenzano e Sirmione grazie alla clientela italiana che si è riversata sulle località più gettonate del lago.Ci sono state però, a Desenzano, le proteste di alcuni turisti per i prezzi delle consumazioni giudicati troppo cari, sfociate in reclami e addirittura in diverbi all’interno dei locali. Sugli episodi segnalati sta effettuando degli accertamenti la Polizia locale di Desenzano per accertare se davvero ci siano stati abusi con prezzi «gonfiati» ingiustificatamente.Una Pasqua comunque che verrà ricordata a lungo sia per la notevole presenza di connazionali, che per il bel tempo, nonostante l’imprevisto acquazzone della mattina di sabato. Inevitabile che il traffico finisse ben presto per sopportarne le conseguenze a partire da sabato mattina, con punte critiche nella giornata di Pasqua e ieri lungo tutto l’asse viario del basso lago.Desenzano, in particolare, ha assistito ad un vero assedio di veicoli con un traffico che ha paralizzato la statale interna dal quartiere degli Imperatori alla rotatoria della Perla e le vie laterali fino alle 21 di domenica. Ieri, stesso copione nonostante la Polizia locale avesse messo in campo tre pattuglie motorizzate, altre due «appiedate» e due agenti motociclisti. A Pasquetta, la situazione è inoltre peggiorata per il controesodo e per il contemporaneo traffico causato dalle gite fuori porta. Tra le mete preferite anche i centri di divertimento del Garda veronese. Per Carabinieri e Polizia stradale una «Pasqua tutto sommato tranquilla, con la microcriminalità a riposo». Da annotare solo una rapina sabato sera a Desenzano, di cui riferiamo a parte.Sirmione letteralmente invasa da auto e camper e il maxiparcheggio di Montebaldo ha dovuto abbassare la sbarra parecchie volte nel pomeriggio di domenica e ieri. Buoni affari per i motoscafi da noleggio, soprattutto sulla tratta tra Colombare e il centro storico, che ha permesso a molti turisti di lasciare l’auto e proseguire via lago. Chiuso il posteggio Mirabello per via dei lavori che ne stanno interessando l’area, Colombare ha quindi pagato un conto salato: migliaia di auto e decine di camper ne hanno occupato i pochi posteggi per intere giornate. Si dichiara «soddisfatto» il presidente degli albergatori sirmionesi, Gian Carlo Dalle Vedove, che ha visto confermate le previsioni della vigilia. Gli alberghi hanno ritoccato lievemente le tariffe della stagione per non comprometterne l’andamento.Pasqua da grandi numeri anche quella del Pronto soccorso dell’ospedale di Desenzano dove, nella sola giornata domenicale, hanno chiesto assistenza oltre 150 persone. Pienone sui battelli e sugli aliscafi della Navigarla: le più gettonate le rotte del basso Garda. Molti i giovani e le famigliole che hanno preferito a Pasquetta utilizzare il treno per raggiungere l’entroterra delle colline moreniche o in sella ad una salutare bici. Infatti, il parco della torre di San Martino e le campagne circostanti hanno brulicato di pic nic all’aria aperta.

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In Evidenza

Dello stesso argomento

Ultime notizie

Ultimi Video