giovedì, Giugno 13, 2024
HomeManifestazioniFiereIl ministro De Castro sarà alla fiera agricola
L’appuntamento per il 4 settembre. Premierà il vincitore del concorso Aipol «Olivo d’oro»

Il ministro De Castro sarà alla fiera agricola

La 30ª edizione della fiera dell’artigianato e dell’agricoltura della Valtenesi, avrà come ospite d’eccezione niente meno che il ministro per le Politiche Agricole, alimentari e forestali Paolo De Castro. Il 4 settembre a Puegnago consegnerà il primo premio al vincitore della terza edizione del concorso «Olivo d’Oro». E a Puegnago del Garda è scattato il conto alla rovescia nell’attesa dell’evento, appuntamento ormai tradizionale per la fine dell’estate gardesana che celebra l’agricoltura di Valtenesi, la splendida area collinare affacciata sulla sponda bresciana del lago di Garda considerata il baricentro dell’olivicoltura lombarda di qualità e terra di eccellenza vitivinicola grazie alla presenza del vitigno autoctono Groppello. Il ministro il 4 settembre, alle 15 sarà a Puegnago per la consegna della terza edizione del «Premio Olivo d’Oro- Natura Salute Cultura», voluto dall’Aipol, l’organizzazione dei produttori olivicoli lombardi, e dall’amministrazione comunale di Puegnago in collaborazione con Unaprol – Consorzio olivicolo italiano, e attribuito nelle scorse edizioni al nutrizionista Giorgio Calabrese e al ricercatore Giuseppe Fontanazza. Presenza importante, quella del ministro, in questo polo bresciano dell’agricoltura di qualità, vera nuova frontiera del gusto. Un’edizione, spiegano gli organizzatori, che preannuncia un importante progetto di rinnovamento senza venir meno ai suoi doveri celebrativi. Nel 2007 andrà infatti a completa maturazione il progetto di una nuova Fiera, pensata in esclusiva funzione della valorizzazione del Groppello come principale patrimonio della vitivinicoltura gardesana. «Il nostro obiettivo è quello di fare in modo che Puegnago diventi la casa del Groppello, creando nel tempo una specie di associazione automatica tra vitigno, vino e territorio – spiegano il sindaco Gianfranco Comincioli e il presidente della Fiera Silvano Zanelli-. Un processo di rinnovamento intrapreso ormai da qualche anno, nella convinzione che la Fiera non possa vivere sugli allori conquistati fino ad oggi e debba necessariamente aprire una finestra sul futuro, rinnovando il proprio ruolo e immaginandosi vetrina qualificata e prestigiosa del territorio oltre che laboratorio di idee e di sapori per il consumatore sempe più evoluto e preparato del futuro». La Fiera di Puegnago sarà l’occasione ideale per gustare quanto questa fetta straordinaria di territorio lombardo ha da offrire: il Groppello, che le cantine proporranno in degustazione in un grande banco d’assaggio, l’olio extravergine di oliva monocultivar (cui sarà dedicata l’intera giornata di lunedì 4), le Grappe selezionate dall’Alambicco del Garda, ormai il più importante concorso di settore del nord Italia, le produzioni agroalimentari della zona (tra le quali avrà un posto d’onore il Garda Stagionato di Tremosine, grande formaggio delle montagne dell’Alto Garda) ed infine il tradizionale spiedo gardesano, proposto in matrimonio perfetto con il Groppello all’Hosteria della Fiera e, nei tre mesi successivi alla manifestazione, su un circuito selezionato di cantine, ristoranti, osterie ed agriturismo. (altre informazioni su www.puegnagofiera.com)

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In Evidenza

Dello stesso argomento

Ultime notizie

Ultimi Video