lunedì, Febbraio 26, 2024
HomeManifestazioniAvvenimentiLa fornace romana un tesoro di Lonato
Apertura sperimentale per il sito archeologico. Scoperta nell’85, è visitabile fino al 30 giugno su appuntamento grazie all’impegno dei volontari dell’associazione «La Polada»

La fornace romana un tesoro di Lonato

A 18 anni dal ritrovamento, la di Lonato aprirà al pubblico. L'operazione è stata resa possibile grazie a un accordo siglato tra l'associazione storico archeologico naturalistica «La polada», il Comune e la Soprintendenza archeologica. L'antiquarium della fornace sarà visitabile solo su prenotazione, in via sperimentale, fino al 30 giugno, secondo una precisa scaletta di orari e giorni. Se l'esperimento darà esito positivo, sarà protratto tutta l'estate. L'annuncio è stato dato nel corso di una conferenza stampa dall'assessore al Commercio, Paolo Marcoli, da Giovanna Scalvini, presidente della «Polada», soddisfatta per questo risultato, raggiunto dopo mesi di pazienti incontri. Tecnicamente le prenotazioni possono essere fatte tramite e-mail direttamente a lapolada@yahoo.it oppure telefonando all'Ufficio turismo del Comune da lunedì a venerdì dalle 9 alle 13, martedì e giovedì anche dalle ore 15 alle 17. La visita è gratuita. L'iniziativa è rivolta alle scolaresche (aprile e maggio sono solitamente i mesi delle gite) suggerendo agli insegnanti un suggestivo percorso dell'età romana nel Basso Garda. Un circuito che vedrebbe riunite per il loro indiscutibile valore le a Sirmione, la di Desenzano e, appunto, la fornace lonatese. La sua scoperta risale al 1985, quando nel corso di un grosso sbancamento effettuato dall'Enel, lungo la statale che collega Desenzano con Castiglione, allo scopo di realizzare una stazione di trasformazione, le ruspe si erano casualmente imbattute in una imponente struttura in laterizi. La fornace oggi visitabile è la più grande e la meglio conservata delle sei presenti. I reperti ceramici individuati durante gli scavi secondo il metodo della termoluminescenza datano il complesso tra la fine del I secolo e l'inizio del II secolo dopo Cristo. Nell'antiquarium, oltre alla fornace, è possibile vedere un plastico ricostruttivo della fornace stessa e una piccola esposizione dei materiali ritrovati: coppi, embrici, mattoni, tegole, ecc. Non mancano una serie di pannelli didattici per meglio far comprendere ai visitatori tutto il sito. La fornace si presenta come una grande struttura a schema verticale e a pianta circolare, con asse in senso nord-sud e imboccatura a sud. È costituita da un muro circolare di contenimento alla camera di combustione, realizzata con tecnica a sacco, in gettate di ciottoli legati da malta, destinato a rimanere interrato, internamente foderato di laterizi e frammenti di tavelloni e coppi che costituivano la camera di cottura, rivestita di argilla spatolata. Per il carico e lo scarico del materiale si accedeva attraverso un varco posto sul retro della fornace, la cui soglia era a livello del piano campagna, ma più alta rispetto al piano di cottura interno, per cui era probabilmente necessario l'uso di una scala. Il piano di cottura, di sei metri di diametro, è composto da file regolari di mattoni disposti di taglio, con doppio incavo semicircolare combaciante a costituire i fori della griglia. Questa poggia su un sistema di doppi archi, regolarmente spaziati e raccordati al centro da pilastri. I corridoi della camera di combustione sono rivestiti da un sottile strato di argilla cruda, mentre il pavimento è in cocciopesto. Le visite, della durata di 30 minuti, saranno possibili grazie ai volontari dell'associazione La Polada (una decina) e inizieranno dalla località Fornace, nei pressi della discoteca Dehor, solo su appuntamento. Il calendario fino al 30 giugno prevede visite il mattino dalle 9 alle 12 mercoledì, giovedì, venerdì e sabato; il pomeriggio, dalle 14.30 alle 17.30 il martedì, mercoledì e venerdì.

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Dello stesso argomento

- Advertisment -

Ultime notizie

Ultimi Video