mercoledì, Maggio 29, 2024
HomeAttualitàLa Montalcini in aiuto delle bambine
Il premio Nobel e senatrice a vita sarà sabato alla Disciplina di Bardolino per promuovere il progetto «Dalla strada alla scuola» a sostegno dell’Africa

La Montalcini in aiuto delle bambine

Sale l’attesa nel centro lacustre per l’arrivo, sabato alle 10 nell’ex chiesa della Disciplina, di Rita Levi Montalcini, premio Nobel per la medicina e senatrice a vita. L’incontro, promosso dall’amministrazione comunale, si propone di divulgare gli obiettivi della Fondazione Rita Levi Montalcini costituita nel 1992 con il motto «Il futuro ai giovani». In particolare, tra gli scopi della Fondazione figura l’aiuto alle donne africane di Etiopia, Eritrea, Mozambico, Niger, Kenia. Sabato la presentazione della senatrice a vita, nominata nell’agosto del 2001 dal presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi, sarà affidata al professor Igino Consolini, che prenderà la parola subito dopo il saluto di benvenuto del sindaco, Pietro Meschi. Toccherà quindi alla professoressa Rita Levi Montalcini illustrare gli scopi della sua Fondazione e in particolare a Shinash Negassi, coordinatrice del progetto, esporre l’iniziativa denominata «Dalla strada alla scuola».Obiettivo di questo progetto è sottrarre alla strada 50 giovani vite di bambine e adolescenti, costrette all’accattonaggio e a piccoli lavori di venditrici ambulanti, per inserirle in un percorso scolastico della durata di tre anni: 35 di queste allieve avranno la possibilità di frequentare, oltre alla scuola, un corso supplementare igienico sanitario e di economia domestica per prepararsi sia al mondo del lavoro che a una futura vita familiare.Il progetto è indirizzato alle bambine proprio perché, in quanto femmine, hanno meno opportunità di studiare e sulla strada incontrano la violenza più umiliante, che sfocia spesso nella prostituzione. Attraverso l’assistenza sociale, il sostegno economico alle loro famiglie, e con la supervisione in loco di un operatore della Fondazione, queste ragazze potranno passare «dalla strada alla scuola». Il costo per il sostegno a distanza per tre anni per 50 ragazze si aggira sui 100mila euro: in pratica 1,83 euro al giorno per adolescente.Sempre nel corso della mattinata Nighisti Zeggai, coordinatrice regionale dell’associazione Donne eritree, si soffermerà sull’impegno delle donne della diaspora eritrea.Le conclusioni e chiusura dei lavori saranno affidate all’ex ministro Gianni Fontana.

Nessun Tag Trovato
Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In Evidenza

Dello stesso argomento

Ultime notizie

Ultimi Video