Home Manifestazioni Avvenimenti «L’osservatorio non chiuderà»

«L’osservatorio non chiuderà»

Che fine ha fatto l’Istituto di Geofisica e Bioclimatologia di Desenzano? L’osservatorio di Desenzano, diretto dal professor Gianfranco Bertazzi, non sembra destinato ad avere una vita tranquilla. Rimasto per decenni in vita solo grazie alla passione e all’impegno del suo «custode», ora è nuovamente sprofondato in un forzato letargo. Secondo Rodolfo Bertoni, consigliere comunale dei Ds, che ha presentato l’altra sera in aula consiliare un’interrogazione urgente, si rischia di perdere finanziamenti o, peggio ancora, il treno. E proprio per questo ha chiesto al sindaco Cino Anelli «quali siano le intenzioni al riguardo e come intende procedere nell’immediato». Già perchè, in caso di ulteriore impasse, si rischierebbe di perdere «i finanziamenti dell’Università Cattolica di Brescia e il contributo sostanzioso (250 milioni) promessi dal Comune di Toscolano Maderno, nonchè i contributi della Provincia». «La perdita di tali sostegni – ha continuato Bertoni – potrebbe causare il fallimento del progetto della ristrutturazione del centro sismologico che, per effetto della rilevanza sismica dell’intera area gardesana, assume invece notevole importanza». Gli ha risposto l’assessore Orlando Farinelli, secondo il quale a causare questa lunga fase di stagnazione nella ripresa dell’istituto è stata la «latitanza di alcuni enti che non ha permesso di proseguire l’attività». In ogni caso, l’assessore, a nome dell’amministrazione, ha garantito che il centro sismologico non chiuderà certamente i battenti. I lavori in aula sono poi proseguiti con l’annuncio di Vittorio Francoli, della minoranza (come anticipato da Bresciaoggi nei giorni scorsi) di voler rinunciare al contenzioso con il Comune: fatto questo che ha determinato il contestuale ritiro della richiesta di presunta incompatibilità con la sua carica consiliare. In un’altra interrogazione le minoranze (Abbadini, Menegato e Turrini) hanno invece segnalato lo stato di gravità in cui versano i tigli del lungolago. Infine, ancora un’eco sulle recenti elezioni del comitato di gestione dei centri sociali mentre è stato approvato il protocollo d’intesa con gli altri Comuni per la gestione del demanio extraportuale.

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Exit mobile version