giovedì, Giugno 13, 2024
HomeManifestazioniAvvenimentiNuove prospettive per la casa di riposo
La Casa di riposo di Salò riapre in questi giorni le iscrizioni dopo averle tenute chiuse per qualche mese. Ora sono 120 gli anziani ospitati nella Casa.

Nuove prospettive per la casa di riposo

La Casa di riposo di Salò riapre in questi giorni le iscrizioni dopo averle tenute chiuse per qualche mese. Ora sono 120 gli anziani ospitati nella Casa, e per quanto riguarda i cosiddetti ricoveri «definitivi» si manterrà tale numero. È questa, infatti, anche la disponibilità di posti che avrà la nuova sede in costruzione, nella zona tra il nuovo stadio, le elementari e materna ed il piazzale del mercato. È lì che, da piazza Bresciani dove si trova ora, si trasferirà la Casa, diventando una Residenza sanitaria assistenziale ed ospitando persone parzialmente e non autosufficienti, di cui una ventina di malati di Alzheimer, alloggiati in un reparto speciale. «Probabilmente il trasloco si farà dopo l’estate», dice il dott. Angelo Gasparotti, consulente geriatra della struttura, della cui équipe fanno parte anche il dott. Giancarlo Raggi, responsabile sanitario, e il dott. Gianni Capretti, medico. Oltre ai ricoveri definitivi, l’alloggio accoglie anche i «temporanei», da un minimo di 30 giorni ad un massimo di 90. Un paio di questi sono convenzionati con l’Asl, altri sono quelli che vengono definiti «ricoveri di sollievo», un servizio proposto come sostegno alle famiglie. «I ricoveri definitivi, quelli di sollievo, gli incontri di informazione-formazione aperti al pubblico – sottolinea Gasparotti – rappresentano alcuni aspetti fondamentali del nuovo identikit del centro, che non è più solo un istituto di collocamento, ma che si apre al territorio all’interno di una rete di servizi all’anziano, con interventi sanitari, assistenziali e sociali». Nel contesto della nuova struttura si inserirà il Centro diurno integrato che accoglierà, durante il giorno, anziani che vivono con i familiari, dando loro la possibilità di socializzare e di ricevere le cure sanitarie o riabilitative necessarie, sostenendo così anche le loro famiglie nell’assistenza. Ricordiamo che in questo periodo continuano gli incontri per i familiari e chiunque fosse interessato, sul tema «La malattia di Alzheimer: la perdita dell’anima e del corpo», organizzati dalla Casa di riposo in collaborazione con il gruppo di «Solidarietà salodiana». Questi gli appuntamenti rimasti in calendario, che si svolgeranno nella sede della Casa di riposo di Salò, dalle 20.15 alle 21.30: venerdì 12 maggio, Cristina Capretti (infermiera) e Rosalia Cerutti (operatore di base) interverranno su «L’assistenza all’anziano affetto da demenza»; e venerdì 26 maggio, l’animatrice musicoterapista Paola Bonomini relazionerà sul tema «Animazione: momento di incontro con l’anziano affetto da demenza».

Nessun Tag Trovato
Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In Evidenza

Dello stesso argomento

Ultime notizie

Ultimi Video