domenica, Giugno 23, 2024
HomeManifestazioniSi scaldano i motori per il Benacus rally
L’organizzazione coinvolge 250 persone Oltre cento equipaggi in gara, il via alle 14 sul lungolago

Si scaldano i motori per il Benacus rally

Tutti sul lungolago di Garda oggi pomeriggio alle 14 per salutare la partenza dei 106 equipaggi iscritti al Benacus Rally che continuerà fino a sera inoltrata per concludersi dopo le 22, sempre a Garda. Il rally organizzato dalla Car racing (scuderia veronese di punta, che conta valenti piloti scaligeri) si svilupperà nell’entroterra gardesano, sconfinando in Valpolicella. Una delle prove speciali più appassionanti sarà quella denominata «Colombare», che sarà ripetuta tre volte, con partenza e arrivo a Negrar (Pizzeria da Gigi), con una logica ad anello che permetterà al pubblico di godere un doppio spettacolo, tanto alla partenza quanto all’arrivo. Saranno tredici chilometri e 500 metri di curve da mordere, controsterzi, accelerate violente, frenate al cardiopalmo. La «Colombare» sarà la prima, la quarta e la settima prova speciale del Benacus 2004, con partenza rispettivamente alle ore 15.15, alle 18 e alle 20,51. Da notare che l’ultima sarà in notturna, con le sciabolate dei fari che taglieranno la notte nera. Queste tre «speciali» attraverseranno località ben note ai veronesi, quali Montecchio e Villa. Un altro punto di osservazione molto interessante sarà quello della terza e della sesta prova speciale, con la prima partenza alle 16.12 a Molina. Anche questa sarà ripetuta poche ore dopo, in notturna. Le auto da tenere d’occhio saranno le «Super 1600» e le «A7». A tutti gli spettatori la raccomandazione di grande prudenza perché le corse vanno seguite e sostenute con la passione sportiva, non con il tifo stupido che mette a repentaglio tanto i piloti quanto il pubblico. Rischiando di compromettere l’intero sport del volante. Meglio allora scegliere postazioni alte e difese. Mettere in piedi un rally non è un gioco da ragazzi. In questo fine settimana sono 250 le persone in campo per permettere ai 105 piloti e ad altrettanti navigatori di disputare la gara. Previsti 56 cronometristi, 14 postazioni di radioamatori, dozzine di commissari. Ci saranno anche dieci ambulanze con servizio rianimazione. I ponti radio sul Monte Pastello e alla Rocca del Garda permetteranno la trasmissione dei dati in tempo reale. La direzione di gara sarà Palazzo dei congressi, sul lungolago regina Adelaide di Garda, dove verrà data la partenza. Tre le vetture apripista, tutte Peugeot. Sulla prima, il direttore dei cronometristi con rilevatore satellitare per coordinare e sintonizzare tutti i cronometri. Sulla seconda viaggerà il responsabile della sicurezza. Sulla terza, contrassegnata con il numero zero, ci sarà l’organizzatore Dario Lorenzini: «L’ultima parola dovrà essere la mia, per questo voglio vedere di persona se la macchina organizzativa è funzionante». La difficoltà più grande? Coordinare il lavoro, la passione, l’entusiasmo e l’emotività di 250 persone, risponde Lorenzini. E aggiunge: «La partenza di un rally ricorda il varo di una nave. Quando lo scafo scivola nelle onde, non si può più fermare e tutti devono lavorare sodo per farlo arrivare in mare aperto in assoluta sicurezza?». Le premiazioni si svolgeranno domattina alle 10 nella sala consiliare del Comune di Garda, presenti i sindaci di Garda, Fumane, Negrar e Marano.

Nessun Tag Trovato
Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In Evidenza

Dello stesso argomento

Ultime notizie

Ultimi Video