venerdì, Luglio 19, 2024
HomeManifestazioniAvvenimentiStudiano i parchi in Baviera
Da venerdì lo scambio culturale fra «Don Milani» e Zwiesel. Una classe di alunni dell’istituto bresciano con i docenti

Studiano i parchi in Baviera

Partirà da Montichiari venerdì 15 alla volta di Zwiesel, in Baviera, la comitiva di studenti dell’Istituto «Don Lorenzo Milani» che – guidata dal preside prof. Stefano Boselli e dalla prof.ssa Elena Loda – partecipa al Progetto Comenius, un programma che permette di realizzare partenariati tra scuole europee, progetti internazionali per la formazione del personale della scuola e reti per la diffusione dei risultati raggiunti dalla collaborazione transnazionale. Il progetto, coordinato appunto dalla prof.ssa Elena Loda, prevede una visita della durata di 14 giorni a una classe di alunni della locale Fachakademie Fur Sozialpedagogik e si intitola «Esperienze nell’ambiente naturale del parco dell’Alto Garda Bresciano e nel Parco Nazionale della Baviera». Il viaggio di istruzione ricambia quello svolto lo scorso ottobre dalla scuola bavarese a Montichiari. In terra tedesca gli alunni si recheranno in diverse località del Parco Nazionale della Baviera, dove potranno conoscere la flora e la fauna e le modalità di salvaguardia ambientali. Inoltre effettueranno ricerche all’impianto di riciclaggio delle acque di Zwiesel, nella fabbrica del vetro Schott e lungo i bacini dell’acqua di Frauenan. Diverse altre attività sono in programma: l’escursione sul monte Arber (1456 m.), gli incontri con le autorità civili del municipio di Zwiesel e con le guardie ecologiche tedesche, le visite alle città di Monaco, Ratisbona e Passau e al campo di concentramento di Dachau. Tra gli obiettivi dell’iniziativa la prof.ssa Loda sottolinea «un itinerario didattico a dimensione europea, da svolgere sia in Italia che in Germania, in modo che il comune lavoro di progettazione e la realizzazione del prodotto finale contribuiscano alla crescita di un’identità sopranazionale tra giovani di culture diverse; la promozione negli studenti dell’autonomia attraverso il coinvolgimento in situazioni stimolanti come l’esperienza di vita quotidiane in famiglie straniere; la formazione culturale di insegnanti, allievi e famiglie superando stereotipi e pregiudizi razziali; la conoscenza di nuovi ambienti naturali e l’acquisizione del valore del rispetto dell’ambiente e di tutte le forme di vita; la partecipazione degli studenti ad attività di volontariato ambientalista». Al termine dell’esperienza saranno prodotti una videocassetta e un opuscolo.

Nessun Tag Trovato
Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In Evidenza

Dello stesso argomento

Ultime notizie

Ultimi Video