lunedì, Giugno 24, 2024
HomeManifestazioniAvvenimentiSul monte Baldo un orto botanico tutto da scoprire
Iniziative sulla sponda veronese

Sul monte Baldo un orto botanico tutto da scoprire

Numerose le escursioni programmate in questi giorni sulla sponda veronese del lago. Domani 1 luglio, alle ore 9, ritrovo davanti al rifugio di Novezzina, sul Baldo, per una visita guidata all’orto botanico e alle trincee del monte Erbe. Martedì 3 appuntamento sulla piazza di Costermano, alle ore 17, per andare a villa Torri-Giuliari di Albarè e nella chiesetta di S.Croce. Venerdì 6 a Caprino. Ritrovo alle 20.30, in piazza. Muniti di torcia. Per provare «suggestioni notturne» in Valfredda e Naole. Sabato 7, per la serie «testimonianze storiche e ambiente naturale», sarà la volta delle incisioni rupestri del monte Luppia (ci si incontra alle ore 9 nel parcheggio di punta S.Vigilio, a Garda). Nel pomeriggio, dalle 17 alle 19, visita a S.Severo e S.Zeno, a Bardolino. Domenica 8 luglio, mattinata nella pineta di Sperane (ore 9, nella piazza della chiesa di S.Zeno di montagna). Martedì 10 si va alla ricerca di testimonianze storiche e architettoniche nelle contrade Coi e Loncrino (ore 17 davanti alla chiesa di Torri). Giovedì 12 escursione a S.Martino, Porcino, Pazzon, Vilmezzano, Terre Rosse, Gaon e al platano: ritrovo alle 9, nella piazza monumentale di Caprino. Ricordiamo che il platano dei cento bersaglieri (così grande da nascondere sotto le sue fronde un gran numero di militari), vecchio di 400 anni, è appena stato clonato. Dopo un anno di tentativi, i ragazzi dell’Istituto professionale di stato per l’agricoltura e l’ambiente di Isola della Scala sono riusciti a ottenere due piantine, da rami prelevati dalla gigantesca pianta e fatti radicare nel terreno vicino alla scuola. I tentativi con altri alberi monumentali della provincia veronese sono invece falliti. Ci riferiamo al Rovere (Quercus petraea) di Tregnago, per il quale è stato coinvolto anche il sementificio di Peri del Corpo forestale dello Stato, il Pirlar (Celtis australis) di Corte Pietà (Sona), l’Adaro (Acer pseudoplatanus) di Erbezzo e lo Spin del Poiero (Prunus mahaleb) di Velo.

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In Evidenza

Dello stesso argomento

Ultime notizie

Ultimi Video