Ancora una giornata indimenticabile per le penne nere del Gruppo Alpini Pozzolengo appartenente alla Sezione Montesuello di Salò

Alpini alla ribalta

24/04/2002 in Avvenimenti
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Pozzolengo

Anco­ra una gior­na­ta indi­men­ti­ca­bile per le penne nere del Grup­po Poz­zolen­go apparte­nente alla Sezione Mon­te­suel­lo di Salò . L’appuntamento per la gior­na­ta del tessera­men­to degli alpi­ni di Poz­zolen­go è sem­pre un fat­to impor­tante per il paese e non solo per la fes­ta in se di soli­to molto sug­ges­ti­va con la sfi­la­ta lun­go le vie imbandier­ate , ma per­ché il Grup­po Alpi­ni Poz­zolen­go è sem­pre in pri­ma fila là dove occorre sol­i­da­ri­età e impeg­no . Quest’anno poi ricor­re­va il 75 ° di fon­dazione del Grup­po e l’impegno degli apparte­nen­ti al grup­po è sta­to anco­ra mag­giore ed a loro va un plau­so sin­cero , così come alle loro mogli impeg­nate nel­la preparazione del “ Ran­cio “ ospi­ti del­la Famiglia di Aldo Zene­gaglia figlio di quel Vit­to­rio che è sta­to uno dei fonda­tori , ha guida­to il Grup­po Alpi­ni per tan­tis­si­mi anni , ed è si può dire cadu­to sul cam­po : era il 1973 , gli alpi­ni del Grup­po Poz­zolen­go mar­ci­a­vano nel­la sfi­la­ta Nazionale a Napoli , Vit­to­rio Zene­gaglia si sen­tì male e … se ne andò così in mez­zo ai suoi alpi­ni . Tor­nan­do alla fes­ta è inizia­ta con l’ammassamento pres­so la sede . Alle 10 si è mosso il cor­teo con la Fan­fara Alpina di Gavar­do in tes­ta , i roc­cia­tori e le bianche divise dei sci­a­tori di Riv­oltel­la del Gar­da , seguiv­ano poi i labari dei Grup­pi dei pae­si lim­itrofi e quel­li delle altre sezioni D ‘ Arma , infine le autorità . Per l’occasione era­no pre­sen­ti con il Capo Grup­po di Poz­zolen­go Rena­to Gan­di­ni , il sin­da­co , il Del­e­ga­to del­la Zona F del­la Sezione Mon­te­suel­lo Romano Micoli , il diret­tore del Gior­nale Mon­te­suel­lo Mari­no Mar­i­an . Gra­di­ti ospi­ti anche il Vice Pres­i­dente del­la Fon­dazione Pro Juven­tude Don Car­lo Gnoc­chi ( era un alpino ) Don Ser­gio Didonè e il Geome­tra Giuseppe Bar­baro respon­s­abile del­la ges­tione del pat­ri­mo­nio del­la fon­dazione . Alza Bandiera e depo­sizione del­la coro­na pres­so il Mon­u­men­to ai Cadu­ti e a quel­lo ded­i­ca­to agli Alpi­ni . Alle 11 . 00 la Mes­sa cel­e­bra­ta da Don Ser­gio Didonè che ha ricorda­to l’impegno civile e sociale degli alpi­ni . La Mes­sa è sta­ta ani­ma­ta dal Coro Par­roc­chiale diret­to da Rena­to Gan­di­ni e alla fine del­la mes­sa l’ormai cele­ber­ri­ma “ Preghiera Dell’Alpino “ let­ta con enfasi dall’alpino Enzo Ter­raroli . Poi tut­ti alla Cnti­na di Aldo Zene­gaglia per un favoloso spiedo . Nell’intervallo bre­vi inter­ven­ti di Don Didonè , del sin­da­co Pao­lo Belli­ni , con­seg­na di targhe agli ospi­ti , a Ger­mano Caio­la che è sta­to per oltre 16 anni Capo Grup­po e a Angi­oli­no Meneghet­ti che ha por­ta­to e por­ta anco­ra il cap­pel­lo alpino e la sol­i­da­ri­età alpina con il volon­tari­a­to , non solo in Italia , ma anche all’Estero . Infine un caloroso ringrazi­a­men­to ai cura­tori del­lo spiedo , gli alpi­ni : Mario Tosi , Vit­to­rio Baroni , con l’aiuto di Ermes Bernardelli .

Parole chiave: