Bandiera del lago

Bardolino prima ma la Preonda guadagna punti

09/07/2003 in Avvenimenti
Di Luca Delpozzo
Alvaro Joppi

Avver­sari mes­si nuo­va­mente in riga, con il ter­zo suc­ces­so con­sec­u­ti­vo del­la bar­ca , nel cam­pi­ona­to remiero del Gar­da. È suc­ces­so anche sul cam­po di rega­ta di Limone, sull’alto lago bres­ciano, con il quar­tet­to di voga­tori dai col­ori azzur­ro-gial­lo (Bruno e Francesco Maf­fez­zoli, Sil­vano Dall’Agnola e Mau­ro Faraoni) andare a seg­no con il miglior tem­po in asso­lu­to. Impre­sa accol­ta con grande sod­dis­fazione da Luciano Mon­tre­sor, pres­i­dente del grup­po bisse del Cen­tro nau­ti­co bar­do­linese: «Per il doppio suc­ces­so», affer­ma, «vis­to che anche la Preon­da (l’altra bis­sa del grup­po) è usci­ta vin­cente nel­la pro­pria bat­te­ria». Un Mon­tre­sor eufori­co, impeg­na­to a esaltare la ser­a­ta «mer­av­igliosa» non solo per i risul­tati con­se­gui­ti, ma anche per­ché è sta­ta segui­ta dal pub­bli­co delle gran­di occa­sioni. «Rega­ta da incor­ni­cia­re», pun­tu­al­iz­za sorseg­gian­do qual­cosa di fres­co in un bar all’aperto, «anche se il per­cor­so, per ovvie ragioni logis­tiche, è risul­ta­to accor­ci­a­to. La gara si è svol­ta in con­dizioni atmos­feriche più che buone, con uno spec­chio lis­cio come l’olio e quin­di ide­ale per barche come le bisse, dal fon­do piat­to». Con queste con­dizioni, un equipag­gio come il Bar­dolino ha potu­to esprimer­si al meglio. «È sta­to in gra­do di rimontare lo svan­tag­gio», ammette il pres­i­dente, «dopo essere entra­to nel­la pri­ma boa in modo sbaglia­to, ma per pre­sen­tar­si sul filo di lana con mez­za bar­ca di van­tag­gio sia su Aril­i­ca che su Gar­da, men­tre più dis­tanzi­ate si pre­sen­ta­vano in suc­ces­sione Car­mag­no­la del lago d’Iseo, Peschiera e Palo­ma, di Gar­da». Un Mon­tre­sor che non perde occa­sione per met­tere in risalto l’ottimo risul­ta­to del­la Preon­da, con­dot­ta dal gio­vane quar­tet­to com­pos­to dai fratel­li Nico­la e Gre­go­rio Ari­et­ti, Mat­tia Cam­postri­ni e Rug­gero Poz­zani. Nel­la rega­ta di aper­tu­ra del­la man­i­fes­tazione limonese, infat­ti, la Preon­da si è clas­si­fi­ca­ta al pri­mo pos­to, dis­tanzian­do di una bar­ca cir­ca la Por­tovec­chio di Desen­zano e la Vil­lanel­la di Gargnano, clas­sifi­cate sec­onde a pari mer­i­to dal­la giuria, che nem­meno con l’aiuto del fotofin­ish è rius­ci­ta a sta­bilire quale delle due fos­se entra­ta per pri­ma in boa di arri­vo. Quar­ta la Portesina di San Felice, quin­di la Benacum di Toscolano Mader­no e a con­clud­ere la Serenis­si­ma di Salò. Nel­la bat­te­ria di mez­zo, la sfi­da è sta­ta vin­ta dal­la Beren­gario, la bis­sa di Tor­ri, con ai remi Fabio Mon­ese, Alber­to Tomei, Ivan Poz­zani e Luca Vit­to­rio Peretti, rius­ci­ta a domare la Clu­san­i­na del lago d’Iseo e la Regi­na Ade­laide di Gar­da. Quar­ta la Bir­ba di Lazise (ai remi Ste­fano Bergami­ni, Alessio Bilan­cio, Lui­gi Girelli e Pao­lo Bigag­no­li), segui­ta dal­la Sirenet­ta e dal­la Fos­ca­ri­na, le due imbar­cazioni di Gar­done. La clas­si­fi­ca, dopo ques­ta pro­va val­i­da per la qual­i­fi­cazione, vede in tes­ta Bar­dolino a pun­teg­gio pieno, ovvero 60 pun­ti, segui­ta da Aril­i­ca 58, Gar­da 57, Car­mag­no­la e Beren­gario 54, Peschiera 53, tutte imbar­cazioni che nel­la prossi­ma rega­ta di Clu­sane d’Iseo saran­no pre­sen­ti nel­la bat­te­ria dei for­ti. Nel­la sec­on­da invece si affron­ter­an­no: Palo­ma 52, Regi­na Ade­laide e Clu­san­i­na 51, Sirenet­ta, Bir­ba e Preon­da 49 pun­ti. Ad aprire saba­to prossi­mo la man­i­fes­tazione di Clu­sane saran­no: Fos­ca­ri­na e Por­tovec­chio con 47 pun­ti, Vil­lanel­la 46, Portesina 45, Benacum 43 e Serenis­si­ma con 42.