Grande successo della «Festa di cani e gatti», che si è svolta domenica scorsa in città, alla Cascina del Parco Gallo e che ha avuto la partecipazione di un ospite d’eccezione: il giornalista della Rai, Emilio Nessi.

Cani e gatti in festa

Di Luca Delpozzo
a. l. ro.

Grande suc­ces­so del­la «Fes­ta di cani e gat­ti», che si è svol­ta domeni­ca scor­sa in cit­tà, alla Casci­na del Par­co Gal­lo e che ha avu­to la parte­ci­pazione di un ospite d’eccezione: il gior­nal­ista del­la Rai, Emilio Nes­si, che a lun­go si è occu­pa­to delle prob­lem­atiche del Canile di Cal­ci­natel­lo, por­tan­dole a conoscen­za dell’opinione pub­bli­ca nazionale. Nei locali del­la casci­na di Bres­ciadue si sono incon­trati gli espo­nen­ti delle asso­ci­azioni Adan (Asso­ci­azione dirit­ti ani­mali e natu­ra), Atar (Asso­ci­azione tutela ani­mali randa­gi) e Avar (Asso­ci­azione volon­tari ami­ci randa­gi), che da tem­po pros­eguono una cam­pagna di sen­si­bi­liz­zazione per la sal­va­guardia dei dirit­ti degli ani­mali e per arginare il pre­oc­cu­pante fenom­e­no del randag­is­mo. Le tre asso­ci­azioni ani­mal­iste han­no dato vita ad un piacev­ole pomerig­gio — ani­ma­to da giochi, rin­fres­co, lot­te­ria — ded­i­ca­to ai pic­coli ami­ci a quat­tro zampe. I pre­sen­ti sono sta­ti invi­tati a rac­con­tare «sto­rie di ani­mali», tra le quali ha com­mosso par­ti­co­lar­mente la vicen­da di Bil­ly, un dolce segu­gio che ha avu­to la sfor­tu­na, come molti suoi sim­ili, di finire rinchiu­so in un canile e, dopo varie tra­ver­sie, ha trova­to una famiglia dis­pos­ta ad «adot­tar­lo». L’as­so­ci­azione Avar ha a sua vol­ta comu­ni­ca­to l’e­si­to pos­i­ti­vo del recente incon­tro con l’asses­sore all’am­bi­ente Ettore Brunel­li, in relazione alla richi­es­ta, avan­za­ta più di un anno fa, di un ter­reno in comoda­to su cui creare una strut­tura per i gat­ti abban­do­nati. Già in questi giorni — è sta­to rifer­i­to — si sta proce­den­do alla stesura del prog­et­to defin­i­ti­vo per la real­iz­zazione dell’«Oasi feli­na», cui dovrebbe far segui­to la con­ven­zione con il Comune di Bres­cia per un’area di cir­ca 500 metri qua­drati, indi­vid­u­a­ta nei pres­si del Mer­ca­to floro­vi­vais­ti­co (zona Par­co del Mel­la) e com­ple­ta­mente imm­er­sa nel verde. Alla man­i­fes­tazione sono inter­venu­ti anche Gian­ni Erri­co e Diana Lan­ciot­ti, respon­s­abili del­l’as­so­ci­azione desen­zanese «Fon­do ami­ci di Paco», che ha pro­mosso la sec­on­da edi­zione del­l’omon­i­mo Pre­mio let­ter­ario nazionale. Le pre­mi­azioni si svol­ger­an­no domani, alle 10.30, all’au­di­to­ri­um Andrea Celesti (via Car­duc­ci 6) a Desen­zano del Gar­da. Ver­ran­no pre­miati i tre vinci­tori selezionati fra gli stu­den­ti delle Scuole medie di tut­ta Italia ed un pre­mio spe­ciale sarà asseg­na­to al pri­mo alun­no clas­si­fi­ca­to delle medie di Desen­zano. Parteciperà anco­ra Emilio Nes­si, che pre­sen­terà al pub­bli­co il suo ulti­mo libro — «Theo, il dono degli dei» — e un inter­es­sante fil­ma­to sul sal­vatag­gio dei mam­miferi mari­ni. a. l. ro.