Il Garda si fa bello per Pasqua e attende l’invasione dei turisti

16/03/2001 in Avvenimenti
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Sergio Mari

Come sarà la sta­gione tur­is­ti­ca sul Gar­da a poche set­ti­mane dal pri­mo impor­tante appun­ta­men­to pasquale? Sec­on­do le prime stime, almeno a giu­di­care dalle preno­tazioni arrivate e dai movi­men­ti nelle gran­di fiere set­to­ri­ali del nord Europa, la pri­mav­era-estate 2001 dovrebbe almeno con­fer­mare le pre­sen­ze (se non incre­men­tar­le) del­l’an­no scor­so. Prospet­tive inter­es­san­ti, si dice­va, anche per la sta­gione che va a iniziare. Ne è con­vin­to Anto­nio Pasot­ti, respon­s­abile del set­tore tur­is­mo del­la . «Non abbi­amo su questo fronte gran­di pre­oc­cu­pazioni — affer­ma — gra­zie all’ac­cu­ra­ta polit­i­ca dei prezzi da alcu­ni anni mes­sa in atto dagli oper­a­tori tur­is­ti­ci garde­sani; sem­mai abbi­amo qualche appren­sione per even­ti non preved­i­bili nè aus­pi­ca­bili, come l’im­provvisa chiusura del­la Garde­sana. Chi sceglie il lago di Gar­da per le pro­prie vacanze deve trovare trasporti effi­ci­en­ti, infra­strut­ture fun­zion­ali e mod­erne, richi­a­mi cul­tur­ali, artis­ti­ci e sportivi di buon liv­el­lo e soprat­tut­to una grande preparazione impren­di­to­ri­ale a par­tire dagli atteggia­men­ti più ele­men­tari d’e­d­u­cazione e corte­sia. Il sis­tema tur­is­mo sta cam­bian­do in maniera ver­tig­i­nosa, pen­sate che il sito Inter­net del­la Comu­nità ha avu­to più di 3 mil­ioni di vis­i­ta­tori e sono state lette cir­ca 9 mil­ioni di pagine, e dunque dob­bi­amo essere pron­ti a pro­porre l’im­mag­ine del Gar­da in modo uni­tario in tut­to il mon­do». Mal­gra­do la salute delle acque bena­cen­si sia otti­ma, ci si rende con­to che sono fini­ti i tem­pi del tur­is­mo tut­to sole e bag­ni e che il forestiero chiede anche pro­poste cul­tur­ali, di sva­go, di sport, diver­ti­men­to e di buona cucina.

Parole chiave: