7-8-9 giugno 2019, Moniga del Garda (Bs)

Italia in Rosa, 12a edizione in rampa di lancio con numeri da record

Parole chiave: - -
Iscriviti al nostro canale
Di Redazione

La Peniso­la dei vini rosa rialza la tes­ta: dal 7 al 9 giug­no a Moni­ga del Gar­da (BS) tor­na “Italia in Rosa”, la pri­ma e più impor­tante vet­ri­na nazionale ded­i­ca­ta alla “terza via” del buon bere all’italiana, che giunge al capi­to­lo del­la dodices­i­ma edi­zione van­tan­do numeri sem­pre più rap­p­re­sen­ta­tivi. Ben 191 le can­tine che quest’anno si prepara­no a sbar­care al  Castel­lo di Moni­ga, per un grande ban­co d’assaggio che met­terà in sce­na cir­ca 261 etichette “rosa” prove­ni­en­ti da ogni ango­lo d’Italia rag­grup­pate in 82 postazioni. In pole posi­tion i ter­ri­tori di Rosautoctono, il nuo­vo Isti­tu­to del Vino Rosa Autoctono Ital­iano nato a Roma il 26 mar­zo dal­la part­ner­ship tra Valtè­ne­si ed altri cinque con­sorzi di tutela di gran­di rosati Doc ital­iani da uve autoc­tone (Chiaret­to di Bar­dolino, Cera­suo­lo d’Abruzzo, Cas­tel Del Monte, Sal­ice Salenti­no e Cirò). Un organ­is­mo che ter­rà pro­prio a Moni­ga il pri­mo Cda del­la sua sto­ria, la cui cos­ti­tuzione ha con­sen­ti­to di allargare la platea del­la man­i­fes­tazione alle zone più vocate, sen­za trascu­rare le pro­duzioni più sig­ni­fica­tive di altre zone d’Italia: In pole posi­tion quin­di Puglia, Abruz­zo, Vene­to, Lom­bar­dia, ma anche la Sicil­ia che in ques­ta edi­zione sarà rap­p­re­sen­ta­ta ai mas­si­mi liv­el­li dal Con­sorzio Etna Doc. Fra gli ospi­ti anche Degus­to Salen­to, i Vig­naioli Veneti, Fivi Toscana e l’associazione Rosae Maris.

Nel­lo splen­di­do Castel­lo vista lago di Moni­ga l’appuntamento per il pub­bli­co, arric­chi­to da degus­tazioni gui­date ad ingres­so gra­tu­ito (da preno­tare a info@italiainrosa.it), area food con tipic­ità del ter­ri­to­rio come i mag­nifi­ci for­mag­gi del caseifi­cio Alpe del Gar­da di Tremo­sine ed altri momen­ti di appro­fondi­men­to sen­so­ri­ale: aper­tu­ra dalle 17.30 alle 23, tick­et 15 euro più 3 euro di cauzione per sac­ca e bic­chiere con degus­tazioni illim­i­tate, bigli­et­to acquista­bile anche online con cas­sa ris­er­va­ta per il ritiro del bic­chiere e paga­men­to cauzione. Casse chiuse alle 21.30: in ognuna delle tre gior­nate non ver­rà super­a­to il lim­ite mas­si­mo dei 2000 acces­si, ed anche per questo la pre­ven­di­ta è con­sigli­a­ta per assi­cu­rar­si l’entrata.

Poco dis­tante, Vil­la Gal­ni­ca di Pueg­na­go, sede del Con­sorzio Valtè­ne­si, ospiterà il con­sue­to appun­ta­men­to di appro­fondi­men­to tec­ni­co sul mon­do dei vini rosa in pro­gram­ma per la mat­ti­na di saba­to 8 alle 10: il con­veg­no prevede una pri­ma parte ded­i­ca­ta a Rosautoctono, durante la quale i pro­tag­o­nisti dei sei con­sorzi pre­sen­ter­an­no i pri­mi pro­gram­mi del neona­to isti­tu­to. A seguire la pre­sen­tazione dei dati rel­a­tivi ai cinque anni di ricer­ca sul­la carat­ter­iz­zazione del Valtè­ne­si efet­tuati in col­lab­o­razione con il Cen­tre du Rosé di Vidauban in Fran­cia, il più impor­tante cen­tro di ricer­ca sui vini rosa esistente al mon­do: un’analisi det­tagli­a­ta non solo olfat­ti­va ma chim­i­co fisi­ca per capire il pro­fi­lo sen­so­ri­ale del prodot­to locale ed elab­o­rare un pen­siero rosa sul­la scor­ta di un prog­et­to di grande util­ità anche per le altre realtà pro­dut­tive del com­par­to..

Tut­ti i det­tagli e gli aggior­na­men­ti in tem­po reale sul sito www.italiainrosa.it.

Parole chiave: - -

Commenti

commenti