A Lazise la raccolta differenziata dei rifiuti urbani nel 2013 ha raggiunto il 50,44 per cento

01/04/2014 in Attualità, Territorio
Parole chiave:
Di Sergio Bazerla

La dei rifiu­ti urbani nel 2013 ha rag­giun­to la sor­pren­dente per­centuale del 50,44 per cen­to. Un risul­ta­to fino ad ora mai rag­giun­to. Nei mesi di mar­zo ed otto­bre addirit­tura si è toc­ca­ta la per­centuale del 59 e 56. Sono comunque state rac­colte com­p­lessi­va­mente nel cor­so del 2013 ben 7.700 ton­nel­late di rifiu­ti, con un peso pro-capite per abi­tante di ben 1023 chilo­gram­mi di rifiu­ti rac­colti e smalti­ti. Sono sta­ti com­pu­tati com­p­lessi­va­mente 7050 cit­ta­di­ni res­i­den­ti fra Lazise capolu­o­go e le frazioni di Pacen­go e Colà. Oltre il 47% è sec­co indif­feren­zi­a­to, l’ 11% è vetro, il 9% è car­ta, (% è verde, il 5% è plas­ti­ca, il 2% è leg­no ed ingom­bran­ti.

E’ un ris­lu­ta­to sor­pren­dente per­chè con 13 campeg­gi e gran­di inse­di­a­men­ti come Cane­va World, Garda­land e il Par­co Ter­male di Colà – spie­ga sod­dis­fat­to il con­sigliere del­e­ga­to all’e­colo­gia Giuseppe Pachera – ci era sta­to “giu­ra­to” dagli addet­ti ai lavori che non avrem­mo mai rag­giun­to una per­centuale così ele­va­ta di dif­feren­zi­a­ta. I dati ci dan­no ragione e siamo sod­dis­fat­ti. Va sot­to­lin­eato che nei mesi estivi si riscon­tra­no sul ter­ri­to­rio – con­tin­ua Pachera- pro­prio gra­zie ai campeg­gi ed alle strut­ture ricettive pocanzi enun­ci­ate, in media 60.000 pre­sen­ze gior­naliere. E’ quin­di del tut­to evi­dente che la cit­tad­i­nan­za res­i­dente avverte ormai come dovere civi­co dif­feren­ziare i rifiu­ti e noi come pub­bli­ca ammin­is­trazione dob­bi­amo anco­ra mag­gior­mente sen­si­bi­liz­zare la comu­nità alla diver­si­fi­cazione dei mate­ri­ali da ces­tinare.”

I dati emer­si dal­la reg­is­trazione del­la rac­col­ta dei rifiu­ti nel cor­so del­l’an­no da poco con­clu­so, evi­den­ziano sen­za ombra di dub­bio che i mesi in cui non vi è tur­is­mo la per­centuale di dif­feren­zi­a­ta supera sem­pre il 50 per cen­to. La fles­sione si deter­mi­na pro­prio nei mesi di giug­no, luglio, agos­to e set­tem­bre, con la pun­ta min­i­ma in agos­to, reg­is­tra­ta nel 42,86%.

Dopo esser­ci com­pli­men­ta­to con i cit­ta­di­ni, gli opeartori e gli uffi­ci pre­posti per l’im­peg­no pro­fu­so, Pachera garan­tisce che i con­trol­li sul cor­ret­to smal­ti­men­to dei rifiu­ti saran­no anco­ra mag­gior­mente inten­si­fi­cati, anche con l’u­ti­liz­zo di agen­ti sta­gion­ali del­la polizia locale e con il posizion­a­men­to di tele­camere nei luoghi di rac­col­ta.

Ver­rà real­iz­za­to un nuo­vo cen­tro di rac­col­ra e con­fer­i­men­to nel­la zona del parcheg­gio Mar­ra – dichiara Giuseppe Pachera- con l’alles­ti­men­to di idonee strut­ture, tre com­pat­ta­tori, con 40 cas­son­net­ti a dis­po­sizione per la dif­feren­zi­a­ta. Vi saran­no a che a dis­po­sizione del­la cosidette cam­pane inter­rate per la rac­col­ta del vetro. Saran­no col­lo­cate le tele­camere, vi saran­no 1 o 2 per­sone addette e pian piano ver­rà chiu­so il cen­tro di rac­col­ta di viale Roma, a ridos­so del campeg­gio comu­nale. Una oper­azione che ver­rà mes­sa in atto alla chiusura del­la sta­gione tur­is­ti­ca 2014. Pro­muover­e­mo ogni pos­si­bile inizia­ti­va di con­cer­to con le asso­ci­azioni di volon­tari­a­to per rac­colte stra­or­di­nar­ie di rifiu­ti abban­do­nati sul ter­ri­to­rio comu­nale. “

Un invi­to pres­sante, soprat­tut­to ai tur­isti – sot­to­lin­eano i respon­s­abili del set­tore ecolo­gia – è quel­lo di non las­cia­re rifiu­ti di ogni sor­ta abban­do­nati vici­no alle cam­pane per la rac­col­ta del vetro che oggi sono dis­sem­i­nate sul ter­ri­to­rio. Va infine ricorda­to che Lazise offre un attrez­za­to eco­cen­tro in zona Prati, sorveg­lia­to, dove quo­tid­i­ana­mente viene oper­a­ta una accu­ra­ta rac­col­ta dif­feren­zi­a­ta.”

Ser­gio Baz­er­la

 

 

Parole chiave: