Quattrocento milioni per salvare i boschi

05/10/2001 in Avvenimenti
Di Luca Delpozzo
gl.m.

Un piano da 400 mil­ioni di lire per sal­va­guardare i boschi del comune. Lo ha pre­dis­pos­to l’am­min­is­trazione di Arco che ha pro­gram­ma­to tut­ta una serie di inter­ven­ti, da finanziare tramite con­trib­u­to provin­ciale, per il riordi­no e il man­ten­i­men­to delle zone boschive arcensi. Cinque i prog­et­ti elab­o­rati dal vice sin­da­co Pran­di assieme al prog­et­tista Lot­ti e al per­i­to indus­tri­ale Ric­ci: la sis­temazione del­la stra­da Pè dei Tovi (ver­sante monte Sti­vo), la pulizia di Mal­ga Vallestrè (nei pres­si di Mal­ga Cam­po) su cir­ca 5 ettari, riordi­no di Poz­za Brusa e Cima Bas­sa, sis­temazione del­la stra­da fore­stale in local­ità S. Giacomo.