Vacanza 2020 da fare in Italia: 4 idee

05/05/2020 in Turismo
Di Redazione

Le vacanze dell’estate 2020 saran­no diverse da tutte le altre. A causa del coro­n­avirus, infat­ti, dovre­mo trascor­rere le vacanze in Italia, prob­a­bil­mente rispet­tan­do i vin­coli region­ali. Ques­ta, però, non è una sfor­tu­na. Anzi, come ci mostra anche il sito Expedia.it, sono tan­ti i posti da conoscere ed apprez­zare in giro per la Peniso­la ital­iana. Trascor­rere le vacanze in questo modo può essere un buon meto­do per impara­re ad apprez­zare le bellezze del pro­prio ter­ri­to­rio, per risco­prire le pro­prie orig­i­ni cul­tur­ali e per godere di posti capaci di las­cia­re sen­za fia­to.

Alla scop­er­ta dell’under tourism

Ci vor¬≠r√† tem¬≠po, dicono gli esper¬≠ti per riac¬≠quistare fidu¬≠cia, ci si sen¬≠tir√† pi√Ļ sicuri entro i con¬≠fi¬≠ni ital¬≠iani. Per i prossi¬≠mi mesi la paro¬≠la chi¬≠ave sar√† prossim¬≠it√†: si predilig¬≠er¬≠an¬≠no luoghi acces¬≠si¬≠bili, rag¬≠giun¬≠gi¬≠bili in auto con poche ore di viag¬≠gio, coni¬≠u¬≠gan¬≠do il deside¬≠rio di fuga con la ricer¬≠ca di angoli tran¬≠quil¬≠li dove √® pi√Ļ sem¬≠plice evitare folle e assem¬≠bra¬≠men¬≠ti e tenere le dis¬≠tanze. Si pun¬≠ter√† su luoghi meno noti. Saran¬≠no mete di nic¬≠chia, des¬≠ti¬≠nazioni minori da sco¬≠prire, comunque affasci¬≠nan¬≠ti, ric¬≠che di sto¬≠ria, natu¬≠ra e cul¬≠tura, pic¬≠coli borghi fuori dai gran¬≠di cir¬≠cuiti. Oppure luoghi anche noti ma da vis¬≠itare fuori sta¬≠gione, una delle pos¬≠si¬≠bili dec¬≠li¬≠nazioni del¬≠l‚Äôun¬≠der tourism.

La sicurez­za al cen­tro

La sicurez¬≠za sar√† al cen¬≠tro di tut¬≠to. Dagli hotel ai ris¬≠toran¬≠ti, per ospitare i tur¬≠isti ci si sta attrez¬≠zan¬≠do per garan¬≠tire dis¬≠tanzi¬≠a¬≠men¬≠to e una cor¬≠ret¬≠ta san¬≠i¬≠fi¬≠cazione. Per quan¬≠to riguar¬≠da i trasporti, in aereo si potran¬≠no preno¬≠tare solo i sedili lat¬≠er¬≠ali (las¬≠cian¬≠do vuo¬≠to quel¬≠lo cen¬≠trale) assi¬≠cu¬≠ran¬≠do le dis¬≠tanze di sicurez¬≠za, si ricor¬≠rer√† prob¬≠a¬≠bil¬≠mente a robot per la dis¬≠in¬≠fezione. √ą pos¬≠si¬≠bile che in futuro vengano mon¬≠tati fra i sedili dei divi¬≠sori in plex¬≠i¬≠glass. Tren¬≠i¬≠talia ha stu¬≠di¬≠a¬≠to un sis¬≠tema di preno¬≠tazione con asseg¬≠nazione dei posti a misura di dis¬≠tanzi¬≠a¬≠men¬≠to.

Il tema anco­ra aper­to è quel­lo delle spi­agge: si stan­no stu­dian­do ingres­si a numero chiu­so, con preno­tazione obbli­ga­to­ria, una riduzione del numero degli ombrel­loni e fasce orarie per gli anziani.

Vacanze in cit­tà

Chissà che questo non sia il momen­to per­fet­to per trascor­rere le vacanze in cit­tà. In questo modo si avrà la pos­si­bil­ità di godere del un grande pat­ri­mo­nio cul­tur­ale, stori­co e reli­gioso, da val­oriz­zare: dal Cam­mi­no di San Benedet­to alle Cinque Terre, pas­san­do, dal­la Via Fran­ci­ge­na, dal Sen­tiero Italia del CAI, dall’Elba e da tut­ti i per­cor­si cen­si­ti dall’Atlante dei cam­mi­ni. Ma anche a chi ama ped­alare il nos­tro Paese offre una rete di ciclovie e per­cor­si per due ruote che attra­ver­sano pae­sag­gi e ter­ri­tori da sco­prire lenta­mente.

L’estate dei borghi

Come abbi­amo det­to ques­ta può essere l’opportunità per risco­prire il gus­to del­la cul­tura. Il tur­is­mo dei borghi era già in forte cresci­ta in Italia, per la qual­ità e la vari­età dell’offerta, insieme ai luoghi stu­pen­di da vis­itare e dove sog­giornare. Tut­to il ter­ri­to­rio ital­iano è costel­la­to di splen­di­di, incan­tevoli cen­tri abi­tati la cui carat­ter­is­ti­ca è il pre­gio architet­ton­i­co e il carat­tere stori­co degli edi­fi­ci, l’inserimento armo­nioso nell’ambiente cir­costante, le dimen­sioni ridotte, a misura d’uomo, e la tutela e val­oriz­zazione delle tradizioni e del­la cul­tura locali. Un pat­ri­mo­nio uni­co, in Europa e nel mon­do.