Castiglione, approvata la convenzione tra comune e ditta. E Mognetti ufficializza lo strappo nella lista di maggioranza

Via libera alla nuova caserma

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Elia Botturi Elia Botturi

Diver­si gli argo­men­ti trat­ti nel con­siglio comu­nale di lunedì sera, con in pri­mo piano la caser­ma dei . L’assem­blea ha dato il via lib­era alla con­ven­zione tra comune e dit­ta Rudi­ana, ulti­mo atto che dovrebbe sbloc­care defin­i­ti­va­mente la parten­za dei lavori.L’accordo serve per tute­lare l’im­pre­sa in caso il min­is­tero del­l’In­ter­no in futuro decidesse di non avvaler­si più del­la strut­tura, che sorg­erà nei pres­si del­l’in­cro­cio tra la ex Goitese e via Gnutti.Nel testo, su pro­pos­ta del con­sigliere di mino­ran­za Paganel­la, è sta­to pun­tu­al­iz­za­to che la caser­ma ospiterà la com­pag­nia dei Cara­binieri, ossia un nucleo con­sis­tente di mil­i­tari a pre­sidio del­la sicurez­za di tut­to l’Al­to Man­to­vano. Unanime con­sen­so, anche se Uli­vo e Rifon­dazione si sono astenu­ti per rilievi tec­ni­ci, per l’ap­provazione del­la con­ven­zione, e ringrazi­a­men­ti dal­la mag­gio­ran­za all’op­po­sizione per l’at­teggia­men­to costrut­ti­vo e soprat­tut­to al sin­da­co Sig­urtà per l’im­peg­no caparbio dimostra­to per con­durre a buon fine l’an­nosa vicen­da. La sedu­ta però si era aper­ta con uno strap­po all’in­ter­no del grup­po civi­co di Cas­tiglione Domani: il con­sigliere Mognetti, in rot­ta con la lista di apparte­nen­za, ha dichiara­to che, a causa dei man­cati chiari­men­ti all’in­ter­no del­la for­mazione di mag­gio­ran­za, d’o­ra innanzi in con­siglio voterà val­u­tan­do i provved­i­men­ti di vol­ta in vol­ta, sen­za ordi­ni di scuderia.Già sul­la con­ven­zione tra comune e Int.Dep.Cast. per il parcheg­gio del Castel­lo, vota­ta dalle civiche e da Savi­o­la (Ds) e osteggia­ta dal grup­po di Paganel­la e da Rifon­dazione, Mognetti si è dis­tin­to con un’as­ten­sione soli­taria. All’or­dine del giorno anche un doc­u­men­to, let­to dal­l’asses­sore Biag­gi, sull’ospedale.All’unanimità è sta­to approva­to un testo che sot­to­lin­ea la pre­oc­cu­pazione per la man­can­za di deci­sioni da parte del­la direzione gen­erale del­l’Azien­da ospedaliera, e per i ven­ti­lati tagli a repar­ti e servizi del San Pellegrino.I con­siglieri chiedono con forza il poten­zi­a­men­to di Oste­tri­cia e Gine­colo­gia e l’aper­tu­ra del­la già vara­ta Unità coro­nar­i­ca a sup­por­to del­la Cardiologia.Rilievi anche sul­lo sta­to d’ab­ban­dono in cui sono las­ciati gli immo­bili ex Opg in pieno cen­tro stori­co, nonché sul­la man­ca­ta real­iz­zazione del­la nuo­va ala del­l’ospedale, già finanzi­a­ta, e sul­la neces­sità di uti­liz­zare le palazz­ine del­la Ghi­si­o­la per nuovi servizi di degen­za riabilitativa.Via lib­era inoltre a due lot­tiz­zazioni res­i­den­ziali per com­p­lessivi 4 mila metri qua­drati, in via Leon­cav­al­lo e a Goz­zoli­na. Infine è pas­sa­ta all’u­na­nim­ità una con­ven­zione fra i comu­ni di Cas­tiglione, Solferi­no, Cavri­ana, Medole e Pon­ti sul Min­cio per la sis­temazione e la ges­tione degli archivi stori­ci locali.

Parole chiave: