giovedì, Luglio 25, 2024
HomeAttualitàCirconvallazione finalmente aperta
Entro qualche settimana sarà inaugurato anche il cavalcavia di accesso all’abitato per chi arriva da Villafranca. La strada attesa ormai da decenni porta il traffico pesante fuori paese

Circonvallazione finalmente aperta

È stata inaugurata ieri a mezzogiorno, alla presenza di numerose autorità, la variante all’ex statale 249 (la strada, quasi tutta in trincea, è lunga circa 4.490 metri) che dovrebbe togliere dall’abitato di Valeggio una buona parte del traffico pesante che oggi lo attraversa. Si realizza così un’opera attesa da decenni (costo 11 milioni e 739.427 euro) e nel giro di qualche settimana dovrebbe essere aperto anche il cavalcavia che permette di entrare direttamente in paese per chi viene da Villafranca. Cominciò nel lontano 1972, allora sindaco Giovanni Farinelli, l’odissea della circonvallazione con un primo progetto, subito abbandonato. Troppo forte fu negli anni Settanta l’opposizione di alcune categorie economiche (agricoltori, commercianti, ristoratori). Nel 1992 l’opera viene rifinanziata e l’allora sindaco Luigino Rigo tentò, di nuovo senza successo, di percorrere un’ipotesi minimale (costo 8 miliardi). Con l’amministrazione Sachetto si sceglie di realizzare la strada in trincea. I lavori vennero consegnati all’impresa l’8 ottobre 1999, con 600 giorni di tempo per concluderli, ma il ritrovamento dei resti del Serraglio avrebbe provocato ritardi e le polemiche di chi preferiva una strada in superficie con le rotonde a raso, per diminuire i costi e l’impatto ambientale (particolarmente forte quello dei numerosi cavalcavia). L’intero Consiglio comunale stilerà nel novembre 2001 un documento per tentare di aprire una breccia nel Serraglio; nel testo si sottolinea anche che la strada in superficie sarebbe stata per molti aspetti preferibile. È passato da poco mezzogiorno quando il sindaco Fausto Sachetto sposta simbolicamente le transenne collocate vicino al cavalcavia, aiutato dall’assessore regionale alla mobilità Renato Chisso e dal capo compartimento dell’Anas, Fabrizio Russo, raccogliendo gli applausi liberatori dei presenti. «Finalmente», dichiara Sachetto soddisfatto, «siamo arrivati a questo giorno tanto atteso. Ora non può essere che un punto di partenza per portare avanti altri interventi importanti come il rifacimento del centro storico e la realizzazione di un’altra arteria che risolva il problema della viabilità in direzione est-ovest». Il riferimento è alla strada che dovrebbe agganciarsi all’uscita della tangenziale e raggiungere il Mincio per poi superarlo con un nuovo ponte che tolga il traffico dal ponte visconteo («è il naturale completamento di quest’opera e vi sono già dei fondi nel piano triennale», ha affermato l’assessore regionale ai trasporti Raffaele Bazzoni). Poi il sindaco non rinuncia ad inserire uno spunto polemico: «ancora una volta questa amministrazione ha dimostrato di saper portare a termine le opere su cui s’impegna». Entusiasta anche Angelo Corradi, assessore ai lavori pubblici, che ritiene l’opera «importante e fatta col minor impatto ambientale possibile». Secondo l’assessore regionale Chisso «questo intervento dimostra che a Venezia c’è attenzione per la viabilità del Veronese». Nel frattempo arriva la prima macchina. È la Golf di un giovane villafranchese, Damiano Falzoni, che rallenta e, visto l’assembramento, scende dalla macchina e, un po’ stupito, chiede lumi alla polizia municipale. Sarà il primo, lui che percorre quella strada quattro volte al giorno, ad impegnare la nuova tangenziale. Ora dovrebbero diventare un ricordo i tir che per passare salgono pericolosamente sui marciapiedi del centro o attraversano i semafori non curandosi di pedoni o ciclisti (con incidenti, talvolta mortali) e le chilometriche file che si formavano di domenica sulla strada mantovana da marzo a settembre. Da oggi si apre una nuova sfida anche per gli operatori commerciali che hanno sempre visto la tangenziale in modo ambivalente: alcuni come un’opportunità per riqualificare il centro storico, altri come un rischio per la loro attività.

Nessun Tag Trovato
Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In Evidenza

Dello stesso argomento

Ultime notizie

Ultimi Video