domenica, Luglio 21, 2024
HomeAttualitàEcco la patente ambientale
L’Amministrazione entra a far parte di una ristretta cerchia di Municipi a vocazione ecologista. Il Comune gardesano ha ottenuto la certificazione Iso dei servizi

Ecco la patente ambientale

Il Comune di Moniga del Garda, il cui sindaco è Massimo Pollini, da pochi giorni è entrato a far parte della ristretta cerchia delle Amministrazioni comunali italiane che hanno conseguito la Certificazione Ambientale, Uni En Iso 14001: 2004. L’importante riconoscimento è stato rilasciato dopo le verifiche ispettive effettuate da un organismo esterno di certificazione, il «Rina Spa», accreditato a livello internazionale. L’ispezione è stata condotta a Moniga nel mese di aprile scorso, il che ha comportato accurati controlli su tutto il territorio comunale: vale a dire accertamenti sulla gestione dei servizi di approvvigionamento idrico e riguardanti la fognatura, controlli di igiene urbana e raccolta rifiuti, illuminazione pubblica, manutenzione verde pubblico, gestione e manutenzione degli immobili di proprietà comunale. Il Comune di Moniga perciò si impegna a rispettare le prescrizioni legali e perseguire il miglioramento continuo dei propri servizi, teso alla prevenzione dell’inquinamento su tutto il territorio comunale. «Siamo molto orgogliosi dei risultati raggiunti i così poco tempo – ha detto il sindaco Pollini -. Si pensi per esempio che, quando sono diventato sindaco nel 2001, la raccolta differenziata sul territorio comunale di Moniga era ai minimi termini (12%); ora siamo già al 37%, dopo aver superato la soglia del 35% posta come obiettivo a livello europeo. E’ merito anche dell’impegno dei nostri cittadini. Ogni anno accogliamo migliaia di turisti, per cui se da un lato dobbiamo garantire loro la qualità e la tutela del nostro territorio, dall’altro dobbiamo ridurre il più possibile l’impatto che ha la presenza turistica sul nostro ambiente, gestendo nel modo più corretto i servizi offerti». «Per fare un altro esempio – ha continuato Pollini – già da quattro anni abbiamo attivato nel periodo estivo un servizio di bus-navetta, che collega il centro del paese al porto, in modo da ridurre il più possibile l’utilizzo dell’auto da parte dei turisti presenti. Il settore turistico ha bisogno di queste inziative, in quanto è sempre più diffusa la sensibilità ai valori naturalistici e ambientali del luogo prescelto per le proprie vacanze. Per questo motivo non ci fermeremo certo qui, anzi abbiamo già avviato un nuovo progetto, con altri cinque comuni della Lombardia, con la concessione di un finanziamento di oltre 10.500 euro per il conseguimento della certificazione Emas, riconosciuto dall’Ue. Tale certificazione, oltre a garantire una corretta gestione ambientale interna all’amministrazione, richiede maggiore coinvolgimento degli operatori turistici e dei cittadini nella tutela del territorio attraverso azioni di comunicazione e sensibilizzazione, con stipula di accordi e convenzioni. Il regolamento Emas prevede infatti la stesura di un documento denominato «Dichiarazione Ambientale» in cui saranno riportate e rese pubbliche le informazioni relative alla qualità dell’ambiente di Moniga del Garda e tutte le attività messe in atto dall’Amministrazione. Tale documento, oltre a costituire un’ importante fonte di informazione per i residenti, fornirà uno strumento riconosciuto e di grande visibilità nei confronti del turismo più sensibile ai valori naturalistici e ambientali». «La certificazione ambientale diventa una grande opportunità per valorizzare le politiche di governo orientando le scelte verso lo sviluppo sostenibile – ha dichiarato Domenico Andreis, direttore della divisione certificazione e servizi industriali Rina Spa – e per un’ Amministrazione pubblica significa coinvolgere gli organi politici e di indirizzo quali garanti all’adozione dei principi di sostenibilità ambientale in tutta la struttura, coinvolgendo non solo l’Amministrazione comunale e il personale dipendente, ma anche chi opera sul territorio, i cittadini e i turisti, ciascuno per la sua parte».

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In Evidenza

Dello stesso argomento

Ultime notizie

Ultimi Video