sabato, Luglio 20, 2024
HomeCulturaIl colore delle pietre: una proposta culturale per Bergamo Brescia 2023

Il colore delle pietre: una proposta culturale per Bergamo Brescia 2023

Bergamo e Brescia sono state nominate Capitale Italiana della Cultura 2023, un riconoscimento che vuole valorizzare il patrimonio artistico, storico e naturale delle due città e dei loro territori. Tra le tante iniziative previste per l’anno 2023, c’è quella promossa dalla Fondazione Paolo e Carolina Zani per l’arte e la cultura, intitolata “Il colore delle pietre. Dalla Casa Museo alle città di Brescia e Bergamo”.

Si tratta di una proposta culturale che ha come filo conduttore l’arte e la storia delle pietre dure, una tecnica decorativa che ha raggiunto livelli di eccellenza tra il XVI e il XVIII secolo, soprattutto a Firenze, Roma, Brescia e Bergamo. L’obiettivo è di far conoscere al pubblico le opere ad intarsio di marmi e pietre dure presenti nella Casa Museo Zani di Cellatica, in Franciacorta, e nei luoghi più significativi delle due città Capitale Italiana della Cultura.

La proposta culturale si articola in tre momenti: una mostra tematica, un ciclo di concerti di musica barocca e due itinerari guidati tra Brescia e Bergamo.

## La mostra tematica

La mostra tematica si intitola “Il tavolo delle meraviglie. L’Ottagono del Granduca Cosimo III de’ Medici” ed è dedicata al capolavoro assoluto della collezione della Casa Museo Zani: un piano di tavolo ottagonale realizzato dall’Opificio delle Pietre Dure di Firenze nel XVII secolo, commissionato dal Granduca Cosimo III de’ Medici. Si tratta di un’opera unica nel suo genere, per la forma ottagonale, per la qualità tecnica e artistica, per lo splendore dei materiali preziosi e per la ricchezza dell’apparato iconografico che lo trasforma in un erbario e un bestiario barocchi.

Accanto al tavolo, saranno esposti altri quindici commessi in pietre dure di manifattura romana e fiorentina, databili tra il XVI e il XVIII secolo, che documentano l’evoluzione della tecnica e dell’iconografia del commesso e dell’intarsio di pietre dure: dal tema geometrico e dei paesini tra XVI e XVII secolo, ai fiori e animali tra XVII e XVIII secolo, fino alla natura morta di vasi all’antica alla fine del XVIII secolo.

La mostra si terrà dal 31 marzo al 29 ottobre 2023 presso la Casa Museo Zani di Cellatica (BS) ed è visitabile solo su prenotazione con visita guidata.

## Il ciclo di concerti

Il ciclo di concerti è organizzato in collaborazione con il Festival pianistico internazionale di Brescia e Bergamo e propone tre appuntamenti con la musica barocca in tre luoghi simbolo della tecnica decorativa dell’intarsio in pietre dure: la Casa Museo Zani di Cellatica (BS), la Chiesa di Santa Maria della Carità a Brescia e la Chiesa della Conversione a San Paolo d’Argon (BG). I concerti saranno eseguiti da solisti della Filarmonica del Festival pianistico internazionale di Brescia e Bergamo e offriranno al pubblico l’ascolto di brani di grandi compositori come Vivaldi, Scarlatti, Händel, Frescobaldi, Corelli, Geminiani e Bach.

I concerti si svolgeranno nelle seguenti date:

– 31 marzo 2023, Cellatica (BS), Auditorium Casa Museo Zani, ore 20.00
Sacro e Profano tra Roma e Firenze nel XVII e XVIII secolo
Vivaldi, Scarlatti, Händel, Frescobaldi

Antonio Giovannini, controtenore
Solisti della Filarmonica del Festival pianistico internazionale di Brescia e Bergamo

– 13 giugno 2023, Brescia, Chiesa di Santa Maria della Carità, ore 20.00
Eden fiorito
Vivaldi, Le quattro stagioni

Solisti della Filarmonica del Festival pianistico internazionale di Brescia e Bergamo

– 22 settembre 2023, San Paolo d’Argon (BG), Chiesa della Conversione, ore 20.00
Ritorno all’antico
Vivaldi, Corelli, Geminiani, Bach

Solisti della Filarmonica del Festival pianistico internazionale di Brescia e Bergamo

Il biglietto di ingresso al concerto del 31 marzo ha il costo di 20 euro e dà diritto anche alla visita guidata presso la Casa Museo Zani. Vale inoltre come ticket di prelazione per l’accesso agli altri concerti della rassegna (13 giugno 2023 e 22 settembre 2023, entrambi ad ingresso gratuito previa prenotazione).

## Gli itinerari guidati

Gli itinerari guidati sono pensati per far scoprire al pubblico le testimonianze artistiche più importanti del commesso bresciano e bergamasco, magnificamente rappresentato soprattutto negli arredi sacri delle chiese delle due città, in altari, pulpiti e pavimenti. Si tratta di un vero e proprio “racconto di pietra” eternato da questi straordinari materiali. Le visite sono condotte in collaborazione con le Associazioni Arnaldo da Brescia e Assoguide Sebino con partenza dalla Casa Museo Zani.

Il percorso sarà scandito per quanto riguarda la città di Brescia tra le chiese di San Gaetano, Duomo Nuovo, Santa Maria della Carità e una visita al centro storico, a Rezzato, in provincia di Brescia, presso la chiesa di San Giovanni Battista. Invece a Bergamo i visitatori verranno accompagnati alle chiese di San Paolo d’Argon, e a Bergamo Alta, in Duomo, alla cappella Colleoni, per concludere con una panoramica del centro storico. Gli itinerari guidati avranno una cadenza settimanale: il sabato sarà dedicato a Bergamo, mentre la domenica a Brescia con partenza alle ore 14.30 dalla Casa Museo Zani.

Il biglietto unico ha il costo di 25 euro e comprende:

– la visita guidata alla Casa Museo, prenotabile anche in una data diversa;
– il servizio autobus, con partenza dalla Casa Museo alle 14:30 e rientro previsto alle 18:30;
– l’accompagnamento di guida turistica abilitata.

La prenotazione è obbligatoria e il biglietto è acquistabile tramite bonifico bancario, oppure direttamente in loco almeno due settimane prima della data scelta.

## Informazioni e contatti

Per maggiori informazioni sulla proposta culturale “Il colore delle pietre. Dalla Casa Museo alle città di Brescia e Bergamo” e per prenotare le visite guidate, i concerti e gli itinerari si può consultare il sito www.fondazionezani.com, scrivere all’indirizzo mail info@fondazionezani.com o telefonare al numero 030/2520479.

La proposta culturale è realizzata dalla Fondazione Paolo e Carolina Zani per l’arte e la cultura con il patrocinio della Diocesi di Brescia – Ufficio per i Beni Culturali Ecclesiastici e della Soprintendenza archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Bergamo e Brescia. I partner sono il Festival pianistico internazionale di Brescia e Bergamo, Assoguide Sebino e l’Associazione Arnaldo da Brescia.

## Conclusione

“Il colore delle pietre. Dalla Casa Museo alle città di Brescia e Bergamo” è una proposta culturale che vuole valorizzare l’arte e la storia delle pietre dure, una tecnica decorativa che ha raggiunto livelli di eccellenza tra il XVI e il XVIII secolo, soprattutto a Firenze, Roma, Brescia e Bergamo. Si tratta di un’occasione unica per scoprire le opere ad intarsio di marmi e pietre dure presenti nella Casa Museo Zani di Cellatica, in Franciacorta, e nei luoghi più significativi delle due città Capitale Italiana della Cultura 2023. La proposta culturale si articola in tre momenti: una mostra tematica, un ciclo di concerti di musica barocca e due itinerari guidati tra Brescia e Bergamo. Un percorso che unisce arte, musica e territorio, in un dialogo tra passato e presente, tra tradizione e innovazione, tra cultura e natura. Un invito a lasciarsi stupire dalla bellezza e dalla varietà dei colori delle pietre.

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In Evidenza

Dello stesso argomento

Ultime notizie

Ultimi Video