mercoledì, Luglio 24, 2024
HomeManifestazioniAvvenimentiLa Garda Trentino Fiere è partita in quarta
Al Palacongressi incontro con l'assessore Andreolli. Lido Spa vende i padiglioni e recupera risorse per la fascialago Malfer: «Riqualificare ma anche espandere il quartiere della Baltera»

La Garda Trentino Fiere è partita in quarta

La perdita di una fiera importante e prestigiosa come Ttg Incontri, non c’è dubbio, è stata una batosta. Ma se non altro ha confermato, qualora ce ne fosse bisogno, che il quartiere fieristico di Riva, così come sta e giace, non può competere con una concorrenza decisamente meglio attrezzata ad accogliere manifestazioni di quella levatura. Ma le cose cambieranno in fretta, assicura Mauro Malfer presidente della Garda Trentino Fiere Spa. Costituita lo scorso 20 dicembre, al 28 febbraio la società formata da Provincia e Lido Spa aveva versato l’intero capitale sociale (13,5 milioni di euro). E in questi giorni ha sottoscritto il preliminare per l’acquisto del padiglione C del centro fieristico e il subentro nel leasing per il padiglione B.La Garda Trentino Fiere ha dunque inserito la quarta e vuole raggiungere al più presto l’obiettivo per il quale è nata: la gestione immobiliare del centro della Baltera. Ciò non comporta soltanto l’acquisizione di tutti i padiglioni, ma anche e soprattutto un intervento di riqualificazione generale che passerà attraverso l’espansione degli spazi a disposizione (piani terra e parcheggi interrati). Sull’altro fronte di questa vasta operazione, c’è la Lido Spa, che con il denaro incamerato dalla vendita dei padiglioni ha potuto estinguere i debiti con le banche e cominciare a lavorare concretamente sul piano di valorizzazione della fascia lago. Come ha annunciato il presidente Alberto Bertolini (presente ieri all’incontro che si è svolto al Palazzo dei Congressi con l’assessore provinciale Remo Andreolli, il vicesindaco Matteotti e gli assessori Mosaner e Tanas), la Lido ha già affidato l’incarico di progettazione per il recupero dell’ex stazione all’architetto Francesco Cocco e di studio preliminare per la Spiaggia degli Olivi all’architetto Gianni Calzà. Quanto all’Hotel Lido, Bertolini assicura che la giunta comunale in carica avrà l’onore di esaminare il progetto tecnico-finanziario preliminare all’intervento di ristrutturazione. Continua intanto la ricerca del partner privato che dovrà accollarsi, insieme alla società controllata dal comune e alla Gts, gli oneri di un’operazione che si preannuncia ambiziosa.E ambiziose sono le richieste di Riva in vista del vertice dei ministri Ue. Matteotti, approfittando della presenta di Andreolli, ha ribadito che per fare bella figura, è necessario investire fior di milioni. Prima di tutto per rendere presentabili i dintorni del Palcongressi e ricostruire il lungolago D’Annunzio.

Nessun Tag Trovato
Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In Evidenza

Dello stesso argomento

Ultime notizie

Ultimi Video