lunedì, Febbraio 26, 2024
HomeTerritorioViabilità«Pollice verso per la nuova viabilità»
Tonelli:

«Pollice verso per la nuova viabilità»

Pollice verso, da parte di Alessandro Tonelli, al futuro piano del traffico di Torbole, attualmente in fase di gestazione. «Il cardine di questo riordinamento viario – scrive Tonelli – si basa su una presunta circonvallazione che avrà il suo avvio nel collegamento Lungolago-Busatte e terminerà nella rotatoria all’imbocco di Nago. Presunta, perché una circonvallazione segue per definizione un percorso esterno a qualunque centro urbano, mentre quella programmata dall’attuale amministrazione comunale intaccherà l’abitato». «Il collegamento Lungolago-Busatte – prosegue – prevede dimensioni tali per consentire anche ai pullman di salirvi, ma non si vede come automezzi così ingombranti possano superare le strette curve a gomito e lo svincolo verso Nago. Si dovranno abbattere i muri del Parco degli Olivi? E smussare la curva sotto il Belvedere? Il lato più distruttivo di tale soluzione è che essa viene ad intaccare pesantemente aspetti paesaggistici tipici dell’ambiente altogardesano come l’oliveto ex Turazza, che il comune acquistò a suo tempo col pretesto di cura e valorizzazione e che verrebbe sfigurato se non distrutto dalla strada destinata a tagliarlo con un tornante. Assieme all’oliveto si pensa di distruggere gran parte del crocevia storico che si trova alla fine della discesa di Santa Lucia. Il tutto per poter chiudere al traffico piazza Vittorio Veneto, ma una simile discutibile operazione aggiungerà valore al paesaggio o sminuirà la bellezza di Torbole? Questa è la domanda che ciascun abitante della zona dovrebbe porsi per prima. Mi chiedo se i firmatari, che “sono con il sindaco” e favorevoli alla demolizione dell’Oliveto Turazza, sanno che la famigerata “via camera a gas” (cioè l’attuale Pontera) si sposterà da Via Pontalti a Via Brae. L’amministrazione dovrebbe anche spiegare perché un guidatore dovrebbe scegliere questa tortuosa soluzione quando potrà sempre salire più comodamente dall’attuale statale, e ciò vale soprattutto per i pullman. Personalmente non vedo proprio alcun vantaggio e riaffermo che la piazza di Torbole si valorizza anche con una limitazione al transito, tanto più che tale soluzione preserverà per altri mille anni l’Oliveto Turazza, una delle poche ricchezze botaniche e paesaggistiche ancora rimaste».

Nessun Tag Trovato
Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Dello stesso argomento

- Advertisment -

Ultime notizie

Ultimi Video