giovedì, Giugno 13, 2024
HomeManifestazioniAvvenimentiMargherita Hack racconta i segreti dell’astronomia
Stasera conferenza

Margherita Hack racconta i segreti dell’astronomia

Questa sera, ore 21, sul lungolago di Gardone, Margherita Hack presenterà il suo libro «Storia dell’astronomia», edito da Altana. In caso di maltempo, l’incontro si terrà nella sala Churchill dell’Hotel Savoy Palace. La Hack, 80 anni compiuti lo scorso 12 giugno, è considerata una delle menti più brillanti della comunità scientifica italiana. Prima donna a dirigere un osservatorio astronomico, ha svolto un’importante attività di divulgazione. Laureatasi nel ’45 a Firenze, iniziò come assistente all’Osservatorio di Arcetri. Dal ’48 al ’51 insegnò astronomia come assistente, poi entrò in ruolo. Nel ’54 ottenne la libera docenza e, sotto la spinta del marito, iniziò l’attività di divulgatrice scientifica. Si trasferì all’Osservatorio di Merate, presso Lecco. Nello stesso periodo teneva corsi di astrofisica e di radioastronomia a Milano, collaborando con numerose università straniere: Berkeley (California, Usa), Princeton (New Jersey), Utrecht e Groningen (Olanda), Parigi, Città del Messico, Ankara. Nel ’64 divenne professore ordinario, ottenendo la cattedra di astronomia presso l’Istituto di Fisica teorica dell’Università di Trieste. E, come tale, ebbe l’incarico di dirigere l’Osservatorio astronomico. La sua gestione, durata fino all’87, rivitalizzò un’istituzione che era l’ultima in Italia per strumentazione scientifica, numero di dipendenti e di ricercatori. Le sue ricerche hanno toccato diversi settori. Ha studiato le atmosfere delle stelle e gli effetti osservabili della loro evoluzione, dando un importante contributo alla classificazione spettrale delle stelle. Numerosi i volumi pubblicati. Il trattato «Stellar Spettroscopy», scritto a Berkeley, nel ’59, con Otto Struve, è considerato ancora oggi un testo fondamentale. Straordinaria divulgatrice, ha collaborato a numerosi giornali e periodici specializzati. Nel ’78 ha fondato la rivista «L’Astronomia», che dirige tuttora. Nel 1980 ha ricevuto il premio Accademia dei Lincei e nel 1987 il premio Cultura della Presidenza dei Consiglio. E’ membro dell’Accademia dei Lincei, dell’Unione Internazionale Astronomi e della Royal Astronomical Society. Dirige il Cirac di Trieste.

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In Evidenza

Dello stesso argomento

Ultime notizie

Ultimi Video