venerdì, Marzo 1, 2024
HomeManifestazioniAvvenimentiRestauro, il punto su un primato italiano
Il Centro studi di Giancarlo Quaglia propone un seminario e una mostra nella galleria civica A palazzo Todeschini il secondo convegno nazionale su tecniche ed emergenze

Restauro, il punto su un primato italiano

«Il grande patrimonio rappresentato dai beni culturali italiani non può essere affidato alla gestione del libero mercato come con qualsiasi prodotto da consumare. Deve essere regolato invece da progettazione e programmazione, nell'ottica di una pianificazione oculata dei “prodotti” e in vista del loro recupero». Giancarlo Quaglia, docente di restauro architettonico, autore di pubblicazioni e studi e infine presidente del Centro studi del restauro, non ha dubbi sulle esigenze di conservazione e sulle modalità di recupero del nostro patrimonio, specie di quello che costella le sponde del Garda. E per far crescere questa coscienza, ma, soprattutto per sviluppare ricerche e mezzi per favorire questo infinito processo, Quaglia ha ideato una giornata nella quale esperti, architetti, sovrintendenti e docenti universitari possano confrontarsi e fare il punto sulle strategie di lavoro. Già lo scorso anno è nato così un convegno nazionale al servizio del restauro, che verrà ripetuto anche nel 2004 (con un intenso programma di iniziative): nella giornata di domani e nella cornice del desenzanese palazzo Todeschini. I lavori inizieranno alle 9, e durante il seminario ci sarà anche l'assegnazione del premio «Sant'Angela Merici», ex aequo a Gianluigi Nicola (della «Nicola Restauri») per gli interventi effettuati sui sarcofagi del egizio di Torino, e alla «Restauri associati» per il difficile recupero di affreschi quattrocenteschi in una abitazione privata del centro di Mantova. Sempre durante il convegno verranno presentati alcuni seminari d'arte che si terranno, con cadenza mensile, nell'abbazia lonatese di Maguzzano. Il primo, dall'11 al 13 giugno, il secondo dal 16 al 18 luglio, il terzo e il quarto dal 29 al 31 ottobre e dal 26 al 28 novembre, con la possibilità di pernottamento nella foresteria dell'abbazia, che è stata anche scelta come sede del prossimo convegno, l'anno prossimo. Inoltre, nella galleria civica di Desenzano sarà aperta in contemporanea al pubblico una finestra sulle tecnologie applicate al restauro dal titolo «Architettura, materie e materiali». I relatori che interverranno domani? Vincenzo Gheroldi (storico dell'arte dell' di Bologna), Gilberto Quarneti (direttore del Centro studi Vitruvio), Monica Cortelletti (Università di Padova), Gianluigi Nicola (docente), Claudia Sorlini (docente) e Angelo Macchi (direttore Geotop). «Per questo secondo convegno, il Centro studi ha coinvolto illustri ricercatori – sottolinea Quaglia – che hanno in comune una cosa: considerano fondamentale la conservazione e la valorizzazione delle nostre risorse artistiche, ma con l'impegno a operare bene»

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Dello stesso argomento

- Advertisment -

Ultime notizie

Ultimi Video