giovedì, Giugno 13, 2024
HomeManifestazioniFiereSamarcanda si veste di primavera
Antichità e modernariato per 4 giorni. Presentata l’edizione di aprile della mostra. Prezzi speciali per anziani

Samarcanda si veste di primavera

Samarcanda 2005, atto secondo. Si aprirà giovedì prossimo 7 aprile l’edizione primaverile di Samarcanda, l’evento fieristico organizzato da Staff Service, giunto alla 18a edizione come «Mostra Mercato d’Antichità, Collezionismo, Modernariato ed Oggettistica», che ancora una volta verrà dislocato nel Centro Fiera del Garda a Montichiari. Oltre un centinaio di espositori, provenienti da tutta Italia, «che ritornano con nuove offerte e con grande passione – spiega Carlo Miotto, leader di Staff Service – a conferma che due edizioni di Samarcanda nel volgere di pochi mesi sono una scommessa già vinta, per l’impegno di questi espositori che spendono di tasca propria su un’area, quella bresciana, nella quale credono molto poichè sono molti i fedeli acquirenti delle loro proposte sempre nuove e ricercate». Espositori che proporranno, come già nell’edizione invernale andata in scena a gennaio, una mostra qualificata e variegata, comprendente mobili d’altri tempi, dipinti, gioielli, quadri, tappeti, ceramiche, stampe, sculture, tessuti, ricami, in vari stili ed epoche rappresentate. «Una mostra da visitare con accuratezza e con l’intenzione di passare alcune ore, tranquille e senza fretta, nel mondo della cultura e della tradizione passata, che ha ancora molto da offrirci – aggiunge Roberto Arturi, assessore provinciale per le attività produttive – una rassegna prestigiosa, da lodare, un’occasione di approfondimento da non perdere per tutti, ma per i nonni in particolare, che possono accompagnare i propri nipotini in una insolita passeggiata». Nei quattro giorni della rassegna, dal 7 al 10 aprile, infatti gli ultrasessantenni avranno prezzi speciali d’ingresso (6 euro invece di 8) mentre i ragazzi fino a 14 anni potranno entrare gratuitamente. I visitatori avranno modo di visitare anche una simpatica mostra collaterale, dal titolo “Giocavamo così”, una collezione preziosa di giocattoli d’altri tempi, curata da Manuela e Danilo Castellarin ed ideata dall’agenzia Liaison di Brescia. Un’occasione sottolineata con particolare attenzione sia da Carlo Miotto che dall’assessore Arturi i quali confermano come si tratti di «una poetica sfilata di sogni ed illusioni amorevolmente conservati dagli anni Trenta ai giorni nostri». Mamme e papà, ma anche e soprattutto i nonni, potranno così mostrare ai loro figlioli il giocattolo di tanti anni fa, quando era il loro inseparabile compagno da fanciulli. Fra i giocattoli in mostra si potranno vedere una serie di automi dedicati al circo, importanti esemplari marcati Marklin, Shuco, Arnold, Distler, Ingap, Marchesini, automodelli inglesi e francesi Dinky Toys e molto altro ancora. «Per il pubblico più adulto sarà l’occasione per un tuffo nei ricordi – conclude Roberto Barucco di Staff Service – per i bambini una finestra per scoprire come giocavano i genitori o i nonni, quando i computer erano solo a Cape Canaveral e non sulle scrivanie di casa». L’orario di apertura per Samarcanda è continuativo, dalle 10 alle 20 per quattro giorni, dal 7 al 10 aprile.

Nessun Tag Trovato
Articolo precedente
Articolo successivo
Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In Evidenza

Dello stesso argomento

Ultime notizie

Ultimi Video