giovedì, Luglio 25, 2024
HomeManifestazioniAvvenimentiUn solo guardiano per l’acqua
Una commissione valuterà il Garda e i bacini collegati, poi il passaggio a un’Agenzia interregionale. Giorgetti ha chiesto l’intervento del ministero dei Lavori pubblici. Il magistrato per il Po candidato come controllore unico di Salionze

Un solo guardiano per l’acqua

Una commissione per la regolazione dei livelli del lago di Garda è stata istituita nell’ambito dell’Autorità di bacino del fiume Po. Questa volta non dovrebbe trattarsi dell’ennesima tavola rotonda che non prende decisioni. Lo garantisce l’assessore regionale ai lavori pubblici Massimo Giorgetti, impegnato nel tentativo di mettere ordine nel complesso sistema di competenze che sovrintende il più grande lago d’Italia. In particolare, per l’esponente di Palazzo Balbi, il nodo da sciogliere riguarda la gestione della diga di Salionze, d’importanza strategica per l’intero bacino benacense. È noto come le sorti del Garda siano interconnesse con quelle dell’Adige e del Po, dei tre laghi di Mantova e dell’idrovia Fissero Tartaro. A nord, inoltre, il Benàco riceve acqua dal Sarca e da ben 11 impianti idroelettrici collegati con questo immissario. Lo scolmatore Mori-Torbole permette invece in caso di necessità di scaricare l’Adige nel Garda. Ebbene, il governo di tutto il sistema collegato al Garda dipende da cinque organismi: il magistrato alla acque di Venezia, il magistrato alle acque per il Po, le province autonome di Trento e Bolzano e il consorzio per il Mincio. Può inoltre intervenire in maniera autonoma anche l’Enel. Ovvio che in questo regime di vasi comunicanti lo sbarramento di Salionze assuma un compito prioritario e imprescindibile per i livelli del Benàco (e quindi per l’economia delle popolazioni rivierasche), per l’utilizzo delle acque del Mincio a scopo irriguo ed industriale e per la difesa dalle piene del Mincio. «L’attuale assetto gestionale vede l’interferenza, e non di rado il conflitto, di strutture periferiche del magistrato alle Acque e del magistrato per il Po non favorendo una ottimale e coordinata manovra della diga», afferma l’assessore regionale Giorgetti. «Esempio palese quanto accaduto nello scorso mese di novembre con il repentino raggiungimento di livelli del Garda mai prima registrati. Il tutto senza che fosse possibile ottenere una univoca e soddisfacente risposta dai gestori della diga di Salionze». Un palleggiamento di responsabilità che ha irritato, e non poco, sindaci e semplici cittadini del bacino lacustre, increduli di fronte a tanta superficialità. Ora, a bocce ferme, Giorgetti ritiene sia giunto il momento di trovare una soluzione per consentire la necessaria tempestività d’azione in caso di nuovi stati d’emergenza. Da qui la richiesta avanzata al ministero dei Lavori Pubblici, tramite il comitato dell’Autorità di bacino per il fiume Po, di attribuire al magistrato per il Po e in prospettiva alla costituenda Agenzia interregionale gli oneri di gestione, regolazione e manutenzione del manufatto di Salionze. La proposta fatta propria a fine gennaio dall’Autorità di bacino ha portato a istituire una commissione con il compito di esaminare il metodo di gestione del lago di Garda attualmente in uso, con particolare riferimento alle ripercussioni di tale regola sui livelli del lago, sulla qualità delle acque e sulla proliferazione di macrofite. Nell’agenda dei lavori la commissione composta da rappresentanti di tutti gli enti istituzionalmente interessati si soffermerà anche sull’utilizzo delle risorse idriche da parte delle popolazioni di valle, sul controllo delle piene dell’immissario fiume Sarca, sulla sicurezza idraulica della città di Mantova e ancora sulle ripercussioni sul regime idrologico del fiume Po e sulle interconnessioni in caso di piena con i bacini dell’ Adige e del Fissero Tartaro. Compito della commissione, una volta sviscerati i problemi, sarà quello di proporre, laddove le regole si dimostrassero inadeguate, eventuali variazioni finalizzate al superamento del problema.

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In Evidenza

Dello stesso argomento

Ultime notizie

Ultimi Video