Presentata questa mattina la Rassegna di Teatro di ricerca dedicata, per il 2010, al tema della diversità. Tra i protagonisti il comico Vito e attori disabili.

Al via la VII edizione del “Toscolano Maderno Art Festival” in programma dal 25 agosto al 5 settembre presso il Centro di Eccellenza Valle delle Cartiere.

23/08/2010 in Teatro
Di Luca Delpozzo

  “Dietro a quel­lo che riconos­ci­amo come ‘diver­so’ si nasconde un cuore che noi, spes­so, raggeliamo. Ma tut­ti noi, in fon­do, guardan­do­ci allo spec­chio la mat­ti­na, ci sen­ti­amo diver­si”. Così il pro­fes­sore e asses­sore alla cul­tura del Comune di Toscolano Mader­no, Mar­co Basile, ha pre­sen­ta­to ques­ta mat­ti­na in una con­feren­za stam­pa-show il ‘Toscolano Mader­no Art fes­ti­val 2010’, la rasseg­na di teatro di ricer­ca che quest’anno è ded­i­ca­ta, appun­to, alla diver­sità. ‘DI_VERSO, la poe­sia del­la diver­sità’, in sce­na dal 25 agos­to al 5 set­tem­bre al Cen­tro di Eccel­len­za diret­ta da Mar­co Basile, è pro­mossa dall’Assessorato alla cul­tura del Comune di Toscolano Mader­no con l’Alto Patrocinio del Min­is­tero dei beni e Attiv­ità Cul­tur­ali e in col­lab­o­razione con la Fon­dazione Valle delle Cartiere, di cui il Pres­i­dente ono­rario è lo stori­co e gior­nal­ista .    Il cartel­lone offre nove spet­ta­coli ser­ali – tut­ti ad ingres­so gra­tu­ito su preno­tazione obbli­ga­to­ria — di forte impat­to emo­ti­vo che anal­iz­zano il tema del­la diver­sità da moltepli­ci ango­la­ture e ‘aper­i­tivi teatrali’, per­for­mance di 25 minu­ti che unis­cono teatro e musi­ca, a cura di Manuel Ren­ga de ‘La corte dei mira­coli’.  La diver­sità, in ques­ta rasseg­na, non sarà solo un tema ma anche pro­tag­o­nista asso­lu­ta, come si è potu­to capire fin dal­la con­feren­za stam­pa-show di ques­ta mat­ti­na con­dot­ta da Mar­co Basile, dal­la diret­trice del­la Comu­nità mon­tana Alto Gar­da bres­ciano Beat­rice Zam­bi­asi, che ha sot­to­lin­eato quan­to la diver­sità sia “una risor­sa da tute­lare e val­oriz­zare” e del Vice sin­da­co di Toscolano Mader­no Fabio Bel­loni. Nel­la sala del­la con­feren­za, infat­ti, sono sta­ti ris­er­vati, con tan­to di cartel­lo, alcu­ni posti, fat­ti poi rimanere volu­ta­mente vuoti, ad un omoses­suale, ad un trans­es­suale, ad un nul­late­nente, ad un alcol­ista, a un dis­abile ect.. Cosa ques­ta che ha las­ci­a­to un po’ di curiosità tra il pub­bli­co che ha capi­to e apprez­za­to sem­pre di più il sig­ni­fi­ca­to di quei posti vuoti e del­la man­i­fes­tazione quan­do, durante la pre­sen­tazione stam­pa, pri­ma sono state con­seg­nate alle sig­nore pre­sen­ti dei gam­bi di rose con tan­to di fioc­co ma sen­za fiore e, suc­ces­si­va­mente, quan­do è entra­ta una bar­bona (in realtà un’attrice) che, dopo aver pre­so il micro­fono, ha let­to delle poe­sie sul malessere del sen­tir­si dei diver­si.    “DI_VERSO, la poe­sia del­la diver­sità”, rac­chi­ude spet­ta­coli di qual­ità con alcu­ni nomi noti al grande pub­bli­co come il comi­co bolog­nese Vito, che all’Art Fes­ti­val vestirà  i pan­ni dram­mati­ci del grande pit­tore Lig­a­bue su testo di Cesare Zavat­ti­ni il 28 agos­to, e momen­ti cul­tur­ali più sper­i­men­tali come gli spet­ta­coli ‘Provi­ni’ di Lau­ra Man­tovi e ‘Ricor­di Ritrovati’ di Alber­to Ghisoni inter­pre­tati rispet­ti­va­mente dal grup­po teatrale Oltre con­fine dell’unione ital­iana dei ciechi e ipove­den­ti Onlus di Bres­cia e da un grup­po di 20 ragazzi diver­sa­mente abili dell’A.N.F.A.S.S.  FO.BA.P.      Ser­a­ta inau­gu­rale ad invi­to, mer­coledì 25 agos­to alle 21.00, con l’anteprima asso­lu­ta di ‘Miss Cis­sy Stuff’, lo spet­ta­co­lo diret­to da Sil­vio Per­oni e nato da un’idea di Pier­francesco Pisani. Lo sce­nario è un carcere. Il pro­tag­o­nista è un trans­es­suale che, sedu­to fra gli spet­ta­tori all’interno di una cel­la arreda­ta in modo fatis­cente, inizia il suo rac­con­to. Uno spet­ta­co­lo che “non vuol solo essere vis­to ma parte­ci­pa­to”, come ha spie­ga­to il diret­tore artis­ti­co Basile, e che “rimar­rà in repli­ca tutte le sere del­la rasseg­na come ‘diges­ti­vo teatrale’ alle 23”.    Tante le curiosità e le chic­che di ques­ta rasseg­na a par­tire da ‘ Io, Car­avag­gio’ (in sce­na il 31 agos­to) di Cesare Cap­i­tani con la regia di Stanis­las Grass­ian e da ‘Con­sid­er­ate se questo è un uomo’ (27 agos­to), un omag­gio a pri­mo Levi del­la com­pag­nia teatrale del­la scuo­la I.T.C. Bat­tisti di Salò vincitrice del ‘Fes­ti­val 2010’, per la regia di William Medi­ni. Oltre agli spet­ta­coli già citati, com­ple­tano il cartel­lone ‘Blues – sono nato a Salò’ (26 agos­to) di Luca Ari­ano, forte del suc­ces­so ottenu­to al Teatro del Vit­to­ri­ale, ‘Le serve’ (in sce­na dal 2 al 5 set­tem­bre) del­la reg­ista Sara Poli e ‘La qui­ete’ (29 agos­to) di Fabio Bix, ex con­du­cente di auto­bus che inter­pre­ta una sto­ria real­mente accadu­ta con la regia di Fer­nan­da Calati.   Padri­no uffi­ciale del­la man­i­fes­tazione Samuele Per­ni­co, un ragaz­zo trentenne tetraplegi­co e inseg­nante di lingue.    Durante la con­feren­za stam­pa, inoltre, il Comune di Toscolano Mader­no ha con­seg­na­to il Pre­mio alla car­ri­era indet­to dal Fes­ti­val all’attore e scrit­tore Gian­lui­gi Spi­ni, nel cast del film ‘Quan­do sei nato non puoi più nascon­der­ti’ per “aver dato voce ad un modo diver­so di sen­tire il teatro”. Nelle prece­den­ti edi­zioni era­no sta­ti pre­miati: Fran­ca Valeri (2005), Ermes Scaramel­li (2006), Mina Mez­zadri (2007), Cesare Lievi (2008) e Sara Poli (2009).    Tut­ti gli spet­ta­coli iniziano alle ore 21.00 e sono ad ingres­so gra­tu­ito su preno­tazione obbli­ga­to­ria. Info e preno­tazioni al 0365/546064 e al 0365/546023. Ogni sera del­la rasseg­na, infine, sarà allesti­to uno stand per la rac­col­ta fon­di Help Haiti in col­lab­o­razione con Resilience Onlus per la rac­col­ta fon­di per la costruzione di una scuo­la.