La vendemmia 2001 darà vini da sballo

Bianche o rosse, le uve altogardesane sono perfette e abbandanti

Parole chiave: -
Di Luca Delpozzo

La è com­in­ci­a­ta da alcune set­ti­mane, anzi per le uve bianche è già bel­l’e fini­ta, ma solo ieri all’in­gres­so del­l’As­so­ci­azione Agraria in viale Lut­ti si è for­ma­ta una lun­ga colon­na di trat­tori con i rimorchi carichi di mer­lot — la pri­ma uva rossa ad essere rac­col­ta — ed i con­ta­di­ni che impazi­en­ti cam­mi­na­vano avan­ti e indi­etro aspet­tan­do il loro turno. L’at­te­sa e il lavoro saran­no comunque ricom­pen­sati dal­l’ot­ti­ma qual­ità del che anche quest’an­no, come lo scor­so, è assi­cu­ra­ta da un prodot­to per­fet­ta­mente sano e dolce. Sec­on­do le pre­vi­sioni, basate sulle mis­urazioni del gra­do zuc­cheri­no (17,5 per i bianchi; tra 18 e i 19 gra­di per i rossi), il vino tar­ga­to 2001 sarà addirit­tura migliore di quel­lo del 2000, che già, si dice­va, era des­ti­na­to a far­si ricordare.Anche per la quan­tità l’an­na­ta è da annover­are tra le più for­tu­nate. Di bianchi selezionati come chardon­nay e pinot gri­gio ne sono sta­ti con­fer­i­ti 7–8 mila quin­tali, di mer­lot invece, sec­on­do le pre­vi­sioni, 11–12 mila. Net­ta­mente infe­ri­ore la pro­duzione sti­ma­ta di uve pre­giate come caber­net sauvi­gnon e franc, attorno ai 5 mila quin­tali, la cui rac­col­ta inizierà subito dopo la con­clu­sione del­la vendem­mia del mer­lot. Ultime saran­no le uve minori come muller, mosca­to, lagrain, rebo.Conclusa la vendem­mia, per i soci del­l’A­graria si aprirà la sta­gione delle olive. Quin­di il via vai di trat­tori da e per viale Lut­ti è appe­na com­in­ci­a­to. Per for­tu­na, dice il diret­tore Mario Zumi­ani, la è sta­ta tem­po­rane­mente mod­i­fi­ca­ta, con­sen­ten­do l’us­ci­ta ver­so viale Dami­ano Chiesa. Tale soluzione, pros­egue Zumi­ani, favorirebbe il pas­sag­gio dei mezzi agri­coli, e di con­seguen­za il traf­fi­co gener­i­co, anche durante la rac­col­ta delle olive, che com­por­ta più o meno lo stes­so movi­men­to. Purtrop­po sem­bra che l’in­ten­zione del­l’am­min­is­trazione comu­nale sia di ripristinare il divi­eto di svol­ta da viale Lut­ti a viale Chiesa non appe­na finirà la vendem­mia. Spe­ri­amo, con­clude il diret­tore, che ci ripensino.

Parole chiave: -