Caramba che parenti” con I Guitti a Lazise

21/12/2016 in Teatro
Di Luigi Del Pozzo

Salone del Cen­tro Gio­vanile Par­roc­chiale stra­col­mo come non mai. Pub­bli­co delle gran­dis­sime occa­sioni con molte per­sone giunte anche dai pae­si lim­itrofi per gus­tar­si le risate con la pièce teatrale de I Gui­t­ti che si sono cimen­tati in ” Caram­ba che par­en­ti”.

Dod­i­ci attori dilet­tan­ti che han­no recita­to un due atti prodot­to e scrit­to e Loredana Cont con l’a­dat­ta­men­to in dialet­to veronese da parte del reg­ista Gian­ni Iozzia.

Musiche e luci di Luca Ven­turel­li e Andrea Cristo­fo­let­ti, l’arreda­men­to di Fran­co Sar­tori e Lucia Zampieri, cos­tu­mi di Clara Finet­to, truc­co e par­ruc­co di Daniela Bergami­ni.

Il coor­di­na­men­to degli attori e del­la loca­tion sono sta­ti curati da Lau­ra Agno­li.

Ci abbi­amo lavo­ra­to da un paio di mesi — spie­ga il reg­ista Gian­ni Iozzia — e il lavoro non era dei più facili. In par­ti­co­lare — sog­giunge Iozzia — abbi­amo dovu­to adattare il pez­zo di  Con, scrit­to in dialet­to trenti­no, con la traduzione in dialet­to garde­sano. Una disc­re­ta fat­i­ca.”

Don Pedro inter­pre­ta­to da Mau­r­izio Bot­teghi e Don Felipe imper­son­ato da Pao­lo Tomasi sono sta­ti i due per­son­ag­gi che han­no trasci­na­to l’in­tero grup­po in una bel­la iron­i­ca com­me­dia che ha diver­ti­to ampia­men­to il pub­bli­co. Non da meno l’a­bil­ità artis­ti­ca e ges­tuale delle rap­p­re­sen­tan­ti del gen­til ses­so Cor­nelia, Pina e Car­la rispet­ti­va­mente inter­pre­tate da Elisan­na Per­inel­li, Pao­la Coraz­za e Rossana Sar­tori, non dis­giunte dal­lo sganascev­ole inter­ven­to del vig­ile Gio­van­ni Zanet­ti.

Sono sta­ti tut­ti bravi — sot­to­lin­ea  il par­ro­co Don Achille Boc­ci — per­chè si sono stu­diati la parte per moltissime sere, pro­prio qui al cen­tro gio­vanile par­roc­chiale. Ed ho vis­to con quan­to impeg­no e quan­ta voglia di fare. Han­no dato davvero il meglio. E gli applausi del pub­bli­co li han­no davvero rip­a­gati. Da ripetere.”