Folla alla presentazione di Turrini e Ioppi

Chiese nel Sommolago

27/07/2000 in Cultura
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo

Quan­to il vol­ume, pon­deroso e poderoso, che il ded­i­ca alle chiese del­l’Al­to Gar­da abbia cen­tra­to l’in­ter­esse del­la gente, l’ha tes­ti­mo­ni­a­to la fol­la che l’al­tra sera, ven­ticinque luglio ed un cielo pieno di stelle, gremi­va il salone delle feste in ogni ordine di posti, per sen­tire, reg­ista Romano Tur­ri­ni, la pre­sen­tazione di «Eccle­si­ae». 544 pagine, pre­sen­tazione del­l’Ar­civesco­vo Bres­san, l’oc­ca­sione del Giu­bileo è servi­ta a ripresentare un pat­ri­mo­nio di sto­ria, tradizioni e cul­tura che nel cat­to­lices­i­mo tro­va sostan­za e val­ori. Dove­va essere, ha ricorda­to Tur­ri­ni, un’ag­ile gui­da, due paginette per ogni tem­pio. Ne è venu­to fuori uno stru­men­to com­ple­to, con le schede delle 94 chiese reperite, fra aperte anco­ra al cul­to o can­cel­late dal tem­po, da Pre­gasi­na a Pietra­mu­ra­ta, e pre­sen­tate uti­liz­zan­do tut­to il mate­ri­ale che gli archivi stori­ci (anche par­roc­chiali) han­no per­me­s­so di recu­per­are. Ci sono le com­mit­ten­ze per le opere d’arte (500 fotografie tes­ti­mo­ni­ano larga­mente la preziosità di un pat­ri­mo­nio spes­so sconosci­u­to o poco val­oriz­za­to), ma anche la richi­es­ta vec­chia di un sec­o­lo e qual­cosa, alla curia trenti­na di un par­ro­co che chiede­va la dis­pen­sa per i par­roc­chi­ani impeg­nati, nelle domeniche e nelle gior­nate di fes­ta, a lavo­rare gratis per l’am­pli­a­men­to del­la chiesa e l’ha ottenu­ta a con­dizione che la cosa non recasse scan­da­lo. Il vol­ume, che arric­chisce le mono­grafie del Som­mo­la­go, è adi­to gra­zie al sosteg­no del­la Cas­sa Rurale di Arco e del Cred­i­to coop­er­a­ti­vo che ne faran­no omag­gio ai rispet­tivi soci.

Parole chiave: