Grazie alla collaborazione tra comune e associazioni si annuncia una lunga stagione di eventi, da marzo a dicembre, per cittadini e ospiti nella “capitale” del Basso Garda

Desenzano 2015” una lunga stagione di eventi

Di Luigi Del Pozzo

A chi sostiene che con la cul­tura non si man­gia, Desen­zano del Gar­da risponde ponen­dola al cen­tro del­la sta­gione tur­is­ti­ca 2015. Una lun­ga sta­gione di even­ti che, da mar­zo alla fine di quest’anno, saran­no pro­tag­o­nisti del­la cit­tà, per dare vital­ità e pres­ti­gio alla “cap­i­tale” del Bas­so Gar­da, a ben­efi­cio di cit­ta­di­ni e ospiti.

Ques­ta mat­ti­na, saba­to 7 mar­zo, a un anno dall’inaugurazione delle nuove sale del castel­lo cit­tadi­no, in ques­ta sede l’amministrazione comu­nale ha pre­sen­ta­to il cal­en­dario degli appun­ta­men­ti “Desen­zano 2015”, che com­in­ciano domeni­ca prossi­ma per ter­minare con le man­i­fes­tazioni natal­izie del prossi­mo dicem­bre. Si trat­ta di oltre 400 even­ti, pro­mossi dall’amministrazione civi­ca, real­iz­za­ti in col­lab­o­razione con le asso­ci­azioni o patro­ci­nati dal comune che, nell’insieme, bene esp­ri­mono la lin­ea tur­is­ti­ca e cul­tur­ale del­la cit­tà. «Gra­zie alla col­lab­o­razione delle asso­ci­azioni di Desen­zano – sot­to­lin­ea il sin­da­co – e al coor­di­na­men­to dei nos­tri uffi­ci comu­nali siamo rius­ci­ti a elab­o­rare un uni­co cal­en­dario che copre qua­si tut­to l’anno e offre ai nos­tri cit­ta­di­ni e ai tur­isti un’ampia pos­si­bil­ità di scelta tra momen­ti isti­tuzion­ali, con­cer­ti, spet­ta­coli per adul­ti e per ragazzi, mer­ca­ti­ni, feste popo­lari, even­ti sportivi, lab­o­ra­tori per bam­bi­ni e molto altro. Nel cor­so dell’anno altre man­i­fes­tazioni potran­no aggiunger­si, com­pat­i­bil­mente con le inizia­tive già pro­gram­mate. Ne dare­mo adegua­ta comu­ni­cazione sul sito inter­net e sul­la pag­i­na Face­book del Comune, oltre che attra­ver­so la stam­pa di un opus­co­lo ded­i­ca­to agli even­ti di “Desen­zano 2015”, da dis­tribuire nelle strut­ture ricettive e nei prin­ci­pali luoghi tur­is­ti­ci del­la città».

Real­iz­za­to in col­lab­o­razione con lo stu­dio Bam­spho­to Rodel­la, il pro­gram­ma degli even­ti estivi sarà dis­tribuito in cir­ca 20mila copie, per pro­muo­vere al meglio le man­i­fes­tazioni e le inizia­tive che ren­dono viva la cit­tà. Il prodot­to sarà finanzi­a­to in parte con l’imposta di sog­giorno e in parte con gli spon­sor che aderi­ran­no al prog­et­to. Il lavoro del­lo stu­dio Rodel­la, scel­to per la pro­fes­sion­al­ità, la com­pe­ten­za e la strut­tura com­mer­ciale disponi­bile, con­tribuirà a dare ulte­ri­ore vis­i­bil­ità agli even­ti dell’amministrazione comu­nale e delle asso­ci­azioni desen­zane­si coinvolte.

I pri­mi even­ti del­la stagione…

Si apre a mar­zo la lun­ga sta­gione di “Desen­zano 2015”, con una grande fes­ta in musi­ca per l’Unità d’Italia: domeni­ca 15 mar­zo alle 16, in piaz­za Malvezzi, “Buon com­plean­no Italia” è pro­mossa in col­lab­o­razione con l’Ente filar­mon­i­co — Ban­da cit­tad­i­na e la Scuo­la di dan­za Kle­di Dance e con il con­trib­u­to dell’Istituto alberghiero Cate­ri­na De’ Medici per il brin­disi finale. Dopo l’alzabandiera e l’inno nazionale into­na­to dal vivo, una pri­ma parte sarà ded­i­ca­ta alle esi­bizioni del Coro dei bam­bi­ni, com­pos­to da 150 alun­ni delle scuole pri­marie, del­la Ban­da cit­tad­i­na e di core­ografie ese­gui­te dai bal­leri­ni del­la Scuo­la Kle­di Dance. La sec­on­da parte del­lo spet­ta­co­lo avrà al cen­tro la dan­za e si con­clud­erà con un bra­no trat­to dal­la colon­na sono­ra di Sis­ter Act, ese­gui­to dal­la Ban­da ed inter­pre­ta­to nelle core­ografie orig­i­nali dai bal­leri­ni dell’associazione Kle­di Dance. Pre­sen­ta e can­ta Francesco Capodacqua.

In occa­sione delle Gior­nate di pri­mav­era del (Fon­do ambi­ente ital­iano), saba­to 21 mar­zo, l’amministrazione comu­nale di Desen­zano orga­niz­za un pre-even­to per l’inaugurazione del­la nuo­va “sala del­la palafit­ta”, alle ore 9.30 pres­so il Museo civi­co arche­o­logi­co “G.Rambotti”. Nel­la mat­ti­na­ta del 21 mar­zo, saran­no pro­poste attiv­ità didat­tiche per i più gio­vani e il Museo rimar­rà poi aper­to con entra­ta lib­era sia saba­to pomerig­gio che domeni­ca. Si trat­ta di un alles­ti­men­to stu­di­a­to per offrire al vis­i­ta­tore la pos­si­bil­ità di immerg­er­si in un ambi­en­tazione preis­tor­i­ca: il vis­i­ta­tore, entran­do nel­la sala che ricostru­isce l’interno di una palafit­ta, sarà avvolto da sti­moli sen­so­ri­ali e potrà com­piere un rapi­do viag­gio indi­etro nel tem­po, riv­iven­do la vita quo­tid­i­ana di allo­ra. Domeni­ca 22 mar­zo, per la Gior­na­ta di pri­mav­era del Fai, saran­no aper­ti e vis­itabili gra­tuita­mente anche il castel­lo, la vil­la romana, il duo­mo di Desen­zano e la chiesa di San Zeno a Riv­oltel­la. Inoltre la Casci­na Sel­va Capuz­za pro­por­rà in can­ti­na e bor­go con degus­tazione finale. Le vis­ite gui­date nei luoghi del­la cul­tura saran­no effet­tuate in col­lab­o­razione con il Liceo “G.Bagatta”, l’Istituto di istruzione sec­on­daria “Bazoli-Polo”, l’associazione “Gar­da I care” e Hotels Pro­mo­tion di Desenzano.

Altro even­to clou del­la pri­mav­era desen­zanese è il 4° Fes­ti­val Agri­Cul­tura, in pro­gram­ma dal 17 al 19 aprile nelle sedi isti­tuzion­ali di Desen­zano con appro­fondi­men­ti a tema, quest’anno col­le­gati anche a , che si dis­tribuiran­no tra Palaz­zo Tode­s­chi­ni, Castel­lo, Vil­la Brunati e cen­tro stori­co, gra­zie alla col­lab­o­razione con il Comi­ta­to Agri­Cul­tura Fes­ti­val. In occa­sione del fes­ti­val, pres­so la Gal­le­ria civi­ca G.Bosio sarà allesti­ta anche la mostra “Il grande lago e le pic­cole acque”, vis­itabile dall’11 aprile al 3 mag­gio. Pres­so il Museo Ram­bot­ti, il 23 mag­gio, sarà inau­gu­ra­ta anche un’importante mostra sul tema dell’alimentazione, in sin­to­nia con Expo.

È già aper­to e disponi­bile sul sito del comune anche il ban­do per le band gio­vanili che vor­ran­no suonare al Con­cer­to del Pri­mo Mag­gio, rasseg­na pro­mossa dal­la Con­sul­ta Gio­vani nel par­co di Vil­la Brunati a Rivoltella.

Men­tre dal 15 al 17 mag­gio, tornerà a Desen­zano la man­i­fes­tazione ciclis­ti­ca inter­nazionale Cycling Fes­ti­val, che attra­verserà la cit­tà tra lun­go­la­go e cen­tro stori­co; even­to in col­lab­o­razione con SportNatureTeam.

Nell’ottica di una sem­pre cres­cente coop­er­azione con le asso­ci­azioni del ter­ri­to­rio, è sta­ta rin­no­va­ta anche la con­ven­zione tra il Comune e l’Ente filar­mon­i­co — Ban­da Cit­tad­i­na di Desen­zano del Gar­da, sem­pre più colon­na sono­ra del­la nos­tra cit­tà. La ban­da, attra­ver­so anche le for­mazioni gio­vanili del­la sua scuo­la, ani­merà even­ti isti­tuzion­ali come il 25 aprile e il 2 giug­no, ma offrirà anche momen­ti di intrat­ten­i­men­to in occa­sione del­la Fes­ta del­la Mam­ma o ser­ate di piacev­ole spet­ta­co­lo, come quelle già pro­poste nel­la scor­sa sta­gione in occa­sione del 140° anniver­sario. Fra i tan­ti even­ti in pro­gram­ma, si ricor­dano in par­ti­co­lare il tradizionale con­cer­to di gala “Omag­gio al bel can­to” alla Torre di San Mar­ti­no, il 20 giug­no, le ser­ate di Fer­ragos­to con il musi­cal “A world of rock” in piaz­za Malvezzi e il 4 set­tem­bre il bal­let­to “Lago dei Cig­ni” in castel­lo, in col­lab­o­razione con l’associazione Kle­di Dance (si alle­ga pro­gram­ma dettagliato).

Sono con­fer­mati anche gli appun­ta­men­ti estivi, orga­niz­za­ti dall’amministrazione in col­lab­o­razione con l’associazione , quali le “Not­ti bianche” in cen­tro nei mer­coledì da giug­no a set­tem­bre, “La Garde­sana” – talk show di cul­tura, infor­mazione e spet­ta­co­lo – dal 28 al 30 agos­to in piaz­za Malvezzi e la ser­a­ta “Luci sul lago” con spet­ta­co­lo pirotec­ni­co saba­to 5 set­tem­bre. Tan­ti gli appun­ta­men­ti in pro­gram­ma anche nelle frazioni, durante i mesi estivi e non solo, gra­zie alla col­lab­o­razione con le asso­ci­azioni locali che da anni rav­vi­vano la città.

«Un ringrazi­a­men­to finale, da parte di tut­ta l’amministrazione – con­clude il sin­da­co Rosa Leso –, va ai molti volon­tari che, con pas­sione e intrapren­den­za, si met­tono al servizio del­la popo­lazione offren­do momen­ti di sva­go e di aggregazione che con­tribuis­cono a ren­dere umana­mente più ric­ca e tur­is­ti­ca­mente più inter­es­sante la nos­tra comunità».