Presentata la rassegna, in programma dal 3 al 10 agosto

Grande arte a Cecina

24/07/2003 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Sergio Botta

Ospi­ti d’eccezione, ieri a Bres­cia, per la pre­sen­tazione del­la 14ª edi­zione del­la «Set­ti­mana d’arte» di Ceci­na, la pic­co­la, splen­di­da frazione di Toscolano Mader­no. I con­soli degli Sta­ti Uni­ti (Tom Skip­per), del­la Gran Bre­tagna (Alan Reuter), del­la Repub­bli­ca Ceka (Josef Mola­ta) e la rap­p­re­sen­tante per la Polo­nia (Mar­ta Acer­boni) si sono incon­trati a Palaz­zo Bro­let­to «Siamo qui a rap­p­re­sentare uffi­cial­mente i nos­tri Pae­si che aderiscono a ques­ta impor­tante man­i­fes­tazione artis­ti­ca, cul­tur­ale e tur­is­ti­ca». A fare gli onori di casa , asses­sore provin­ciale al Tur­is­mo, che si è det­to «lieto di pre­siedere una con­feren­za stam­pa di val­ore europeo e inter­con­ti­nen­tale che get­ta un ponte ide­ale di ami­cizia tra popoli diver­si ma uni­ti da val­ori comu­ni come l’arte e la cul­tura. «Luo­go ide­ale — ha pros­e­gui­to — di questo incon­tro è da alcu­ni anni il pic­co­lo bor­go di Ceci­na, sul , diven­ta­to un cena­co­lo di respiro inter­nazionale dove dal 3 al 10 agos­to potremo seguire ques­ta man­i­fes­tazione, pro­mossa dal­l’As­so­ci­azione Ceci­na Pro­mo­tion». L’inizia­ti­va si deve a Char­lotte Heiss Luijken, di orig­ine tedesca. Ven­t’an­ni fa sco­prì — come ha spie­ga­to — «questo ango­lo di par­adiso. Mi sono innamora­ta di Ceci­na e ci abito da allo­ra. Il mio impeg­no è di favorire la cul­tura, la lin­gua e l’arte a liv­el­lo europeo». Pro­prio per questo ricev­erà l’8 agos­to, nel­la sala con­sil­iare di Palaz­zo Bena­mati a Mader­no, il cav­a­lier­a­to del­l’or­dine al mer­i­to del­la Repub­bli­ca Fed­erale di Ger­ma­nia. In rap­p­re­sen­tan­za del pres­i­dente tedesco ci sarà il con­sole gen­erale Folk­mar Stoeck­er. «La Set­ti­mana d’arte» di Ceci­na vedrà pure la pre­sen­za di altri Pae­si: Olan­da, Ger­ma­nia, Croazia, Italia. Unghe­ria, Aus­tria. Ogni Sta­to parteciperà con mostre, ser­ate musi­cali, pit­ture, scul­ture, fotografie, gioiel­li, collezioni di gemme, arazzi di patch­work. Ogni inizia­ti­va sarà affi­an­ca­ta dal «Gar­da cafè art», allesti­to e gesti­to dai pro­mo­tori del­l’even­to. Vin­cen­zo Chi­mi­ni, vicesin­da­co di Toscolano, che patroci­na con la Provin­cia la rasseg­na, con i vari con­so­lati, la Comu­nità mon­tana Par­co Alta Gar­da Bres­ciano, quel­la del Gar­da, la Cartiera di Toscolano e la riv­ista «Eco d’arte mod­er­na» di Firen­ze, si è det­to «orgoglioso e felice di ospi­tar­la, in un luo­go ormai famoso in tut­ta Europa». Tra le inizia­tive seg­na­liamo «La stra­da del­l’am­bra» (Polo­nia), Louis Amstrong and the his­to­ry of amer­i­can jazz (Sta­ti Uni­ti), «Sog­ni in movi­men­to» (Italia); una mostra di pit­tura di Renèe Hogeland (Olan­da), I Castel­li di re Fed­eri­co II di Baviera (Ger­ma­nia), Capric­cio Boe­mo (Repub­bli­ca Ceka), Le Mon­tagne (Croazia). Per gli spet­ta­coli ser­ali, si inizia domeni­ca 3 agos­to alle ore 21 nel­la piaz­za di Ceci­na, con l’aper­tu­ra uffi­ciale «Ser­a­ta del­la car­ta» di Antonel­la Fan­ni. Tra gli appun­ta­men­ti più sig­ni­fica­tivi, il con­cer­to dei «Sompt­ing Vil­lage Mor­ris Dancers» (per la pri­ma vol­ta in Italia), in pro­gram­ma il 5 agos­to. Il grup­po inglese di 25 artisti pro­por­rà bal­li e can­ti celti­ci, inizian­do un tour che toc­cherà diver­si comu­ni del Gar­da. Da seguire le ser­ate con man­i­fes­tazioni pro­mosse da vari Sta­ti e il con­cer­to jazz del «Lino Franceschet­ti Trio» (il 10). La «Set­ti­mana d’arte» sarà anche sup­por­t­a­ta dal Con­sorzio Gar­da Classico.

Parole chiave: