Colpo di scena nella settima prova del campionato di voga alla veneta a Gardone.

Ichtya, la regina a picco

01/08/2000 in Sport
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Alvaro Joppi

Colpo di sce­na nel­la set­ti­ma pro­va del cam­pi­ona­to remiero del Gar­da. La Ichtya, l’indiscussa bis­sa leader del­la clas­si­fi­ca in una sola rega­ta ha dilap­ida­to il van­tag­gio fati­cosa­mente costru­ito nel cor­so dei pri­mi due terzi del­la lun­ga sfi­da remiera esti­va per l’assegnazione del­la . La bar­ca di Peschiera nel­la pro­va ris­er­va­ta agli equipag­gi d’élite si è piaz­za­ta solo quar­ta nel­la gara di Gar­done che ha chiu­so saba­to la serie di prove sul­la spon­da occi­den­tale del Gar­da. Sorteggia­to a gareg­gia­re nel­la cor­sia ester­na, quel­la più espos­ta a una ser­a­ta dom­i­na­ta dal ven­to di tra­mon­tana, il quar­tet­to di voga­tori aril­i­cense (Pao­lo Trec­ca­ni, Mas­si­mo Rai­mon­di, Osval­do e Ste­fano Maz­zure­ga) non è rius­ci­to, com­plice anche il lago mosso, a trovare quel­la gius­ta e nec­es­saria con­cen­trazione indis­pens­abile ad affrontare, da una posizione notevol­mente avan­tag­gia­ta, l’impegnativa sfi­da. L’ha spun­ta­ta Bar­dolino, in liz­za nel­la cor­sia sot­to ter­ra, con un van­tag­gio di ben 12″ sul­la Clu­san­i­na, la bar­ca del lago d’Iseo, e 15″ sul­la Gar­da che in boa di arri­vo ha antic­i­pa­to di un sof­fio Ichtya. Un duro colpo per i voga­tori di Peschiera che saba­to prossi­mo a Cas­sone gareg­ger­an­no nel­la bat­te­ria infe­ri­ore, las­cian­do così agli avver­sari pun­ti preziosi per la ricon­quista del tro­feo. Anche se dato per cer­to che Ichtya rius­cirà a risalire imme­di­ata­mente nel­la bat­te­ria dei for­ti, l’imbarcazione paga in parten­za quat­tro pun­ti di svan­tag­gio che assom­mati ai tre per­si nel­la gara di Gar­done, posizion­erà l’armo di Peschiera a pari liv­el­lo di quel­lo di Gar­da e Bar­dolino aven­do bru­ci­a­to quell’enorme van­tag­gio acquisi­to in ben quat­tro vit­to­rie in suc­ces­sione. Un cam­pi­ona­to per­tan­to rimes­so in dis­cus­sione quan­do ormai tut­to face­va pen­sare allo schi­ac­ciante dominio dei bis­saioli di Peschiera. «Sep­pure ama­ra­mente non res­ta che accettare il risul­ta­to sot­to l’aspetto sporti­vo», dice il pres­i­dente del­la Remiera di Peschiera Gian­fran­co De Isep­pi , da questo pun­to di vista non pos­si­amo far­ci nul­la.» La con­fer­ma che a Gar­done, date le con­dizioni meteo, siano risul­tati favoriti gli equipag­gi impeg­nati sot­to cos­ta lo riprovano i suc­ces­si ottenu­ti dalle bisse vincitri­ci delle sin­gole bat­terie. Già nel­la manche di aper­tu­ra, svoltasi sot­to una fas­tidiosa piog­gerel­li­na, a impor­si è sta­ta Ade­laide la bis­sa di Gar­da, sorteggia­ta appun­to in pri­ma cor­sia, che ha avu­to la meglio su Tor­ri­cel­la di Cas­sone, Laci­si­um di Lazise con alla voga Clau­dia Tode­sco che ha aper­to la stra­da alle poten­ziali rema­tri­ci, e Bet­ty. Iden­ti­co dis­cor­so per la Preon­da di Bar­dolino in cor­sia ripara­ta dal ven­to e quin­di pri­ma in boa di arri­vo davan­ti a Bena­cense, Serenis­si­ma e Sebi­na espos­ta quest’ultima alle folate di tra­mon­tana. Anche la Portesina ha godu­to dei van­tag­gi per essere par­ti­ta in sec­on­da cor­sia tan­to da super­are nel finale la Sirenet­ta di Gar­done, Bir­ba di Lazise e Vil­lanel­la di Gargnano. Dei tre armi verone­si pre­sen­ti nell’ultima bat­te­ria il sorteg­gio in pri­ma cor­sia ha pre­mi­a­to Bar­dolino, con Clu­san­i­na in sec­on­da e quin­di Gar­da e Ichtya, clas­sifi­cate­si nell’ordine. Deci­sive, a questo pun­to, le ultime tre regate che si svol­ger­an­no tutte in acque verone­si, con i bis­saioli di Peschiera con i numeri per pot­er ripor­tar­si a lottare alla pari con Gar­da e Bar­dolino. Ecco, infine, la clas­si­fi­ca ufficiosa:1) Ichtya pun­ti 206; 2) Bar­dolino e Gar­da 202; 4) Clu­san­i­na 190; 5) Portesina 183; 6) Sirenet­ta 180; 7) Vil­lanel­la 177; 8) Bir­ba 160; 9) Sebi­na e Serenis­si­ma 158; 11) Bena­cense 146; 12) Preon­da 145; 13) Bet­ty 128; 14) Tor­ri­cel­la e Laci­si­um 123; 16) Ade­laide 119.

Parole chiave: