Il Direttore Marittimo del Veneto in visita al Nucleo Guardia Costiera del lago di Garda

26/05/2021 in Senza categoria
Di Redazione

L’Ammiraglio Ispet­tore (CP) Piero Pel­liz­zari, Diret­tore Marit­ti­mo del Vene­to e Capo del Com­par­ti­men­to Marit­ti­mo di Venezia in cui ricadono i comu­ni del Gar­da, è giun­to a Peschiera accom­pa­g­na­to dal Cap­i­tano di Fre­ga­ta (CP) Alber­to Pietro­co­la. Ad atten­der­lo in banchi­na il Coman­dante del Nucleo Mezzi Navali del­la del – C.C. (CP) Antonel­lo Ragadale – con il quale han­no per­cor­so a bor­do del­la nuo­va e veloce Motovedet­ta CP 605 tutte le coste del bas­so lago fino a giun­gere a Salò, ove tro­va sede la base del Nucleo.

Ivi giun­to ha incon­tra­to il Per­son­ale Mil­itare des­ti­na­to pres­so la Guardia Costiera di Salò esor­tan­do­lo a con­tin­uare sul­la rot­ta intrapre­sa per la sicurez­za di tut­ti i fruitori del Lago di Garda.

Dopo avere vis­i­ta­to i locali del­la Caser­ma, la Sala Oper­a­ti­va che gestisce h24 tut­ti i soc­cor­si che si ver­i­f­i­cano sul Lago di Gar­da, nonché i nuovi uffi­ci mes­si a dis­po­sizione dal Comune di Salò, ha incon­tra­to il Sin­da­co Dott. Gian­piero Cipani, il Seg­re­tario del­la – Dott. , i Vice Pres­i­den­ti del­la Comu­nità del Gar­da Dott.ssa Cristi­na San­ti (sin­da­co di Riva del Gar­da) e Dott. , con i quali sono sta­ti affrontati temi iner­en­ti l’importanza di avere la Guardia Costiera ormai in for­ma sta­bile sul Lago di Gar­da, gra­zie all’impegno e al Pro­to­col­lo d’intesa che annual­mente viene sot­to­scrit­to tra il Cor­po delle Cap­i­taner­ie di Por­to, la Comu­nità del Gar­da, l’Autorità di Baci­no Gar­da e Idro, la e la Provin­cia Autono­ma di Trento.

Nel pomerig­gio il Diret­tore Marit­ti­mo, sem­pre a bor­do del­la Motovedet­ta CP 605, si è reca­to nelle acque dell’alto Gar­da, ove dalle prime ore del­la mat­ti­na, una unità del­la Guardia Costiera era impeg­na­ta in attiv­ità di ricer­ca di super­fi­cie, con­giun­ta­mente al per­son­ale del­la Squadra Nau­ti­ca di Riva del Gar­da, ai Vig­ili del Fuo­co, di un pre­sun­to dis­per­so, poi ritrova­to nell’entroterra, ove era­no comunque in cor­so le ricerche da parte delle unità cinofile del­la , che oper­a­vano con per­son­ale del­la e dei Vig­ili del Fuoco.

Vis­i­ta­ta anche la sede esti­va del­la Guardia Costiera di Nago-Tor­bole, ove l’Ammiraglio ha incon­tra­to il Sin­da­co Gian­ni Moran­di e il Pres­i­dente del Cir­co­lo Velico.

La visi­ta è poi con­tin­u­a­ta lun­go tut­to il litorale del­la spon­da Vene­ta fino al tar­do pomerig­gio, allorquan­do, sem­pre accom­pa­g­na­to dal Capo Nucleo, è sbar­ca­to a Peschiera per far rien­tro a Venezia.