Da lunedì 2 marzo è riaperto invece il parco della dimora dannunziana

Il Vittoriale degli Italiani rimanda l’inaugurazione dell’anfiteatro rivestito in marmo

03/03/2020 in Attualità
Di Redazione

Una con­ca mar­morea sot­to le stelle”: così il poeta immag­i­na­va il teatro ide­ale per i pro­pri spet­ta­coli. L’Anfiteatro che fece prog­ettare, immer­so nel­la splen­di­da cor­nice del Vit­to­ri­ale e affac­cia­to sul , rimase tut­tavia pri­vo di quel­la cop­er­tu­ra “mar­morea” a causa del­la man­can­za di fon­di. Fino allo scor­so set­tem­bre, quan­do è sta­to pos­si­bile iniziare i lavori di rives­ti­men­to in mar­mo rosso di Verona del Par­lag­gio.

L’inaugurazione, a lavori ulti­mati, era pre­vista per il 12 mar­zo, ma la Fon­dazione Il ha deciso di riman­dare l’evento a data da des­ti­nar­si, per sen­so di respon­s­abil­ità e di pru­den­za di fronte alla dif­fi­cile situ­azione che il ter­ri­to­rio sta viven­do.

Così il Pres­i­dente del Vit­to­ri­ale “Abbi­amo real­iz­za­to una grande opera, com­ple­tan­do il Vit­to­ri­ale dopo 99 anni dal­la sua nasci­ta, e pos­si­amo atten­dere anco­ra qualche set­ti­mana. Il Par­lag­gio, adesso, è di una bellez­za com­movente e vogliamo inau­gu­rar­lo in un momen­to più sereno, in un giorno fes­toso.”

Da lunedì 2 mar­zo il par­co del Vit­to­ri­ale ha invece ria­per­to al pub­bli­co, assieme ai musei “D’Annunzio seg­re­to”, “D’Annunzio eroe”, “L’automobile è fem­mi­na”, l’Auditorium, la Nave Puglia, il Mas e il Mau­soleo. L’ultimo decre­to gov­er­na­ti­vo con­sen­tirebbe di riaprire anche la Prio­r­ia, con la sola clau­so­la di evitare gli assem­bra­men­ti di vis­i­ta­tori: data tut­tavia la ristret­tez­za dei locali interni, la deci­sione del Vit­to­ri­ale è sta­ta, per il momen­to, di ten­er­la anco­ra chiusa al pub­bli­co in via pre­cauzionale.