Appuntamento sabato a Tratto Spino Pozza della stella per la terza edizione della musica in quota. Concerto per coro e pianoforte su arie di Verdi, Bizet e Puccini

L’Arena si sposta sul Baldo

09/08/2006 in Manifestazioni
Di Luca Delpozzo

Il coro dell’Arena torna sul Monte Baldo. Per il terzo anno consecutivo Pozza della Stella, arena all’aperto dotata di una buona acustica, ospita il coro della Fondazione Arena di Verona, diretto dal maestro Marco Faelli. L’appuntamento è per sabato, con inizio del concerto alle 15, quando davanti alle telecamere di Rai Uno una sessantina di coristi intoneranno arie di Giuseppe Verdi, Giacomo Puccini e George Bizet.Per l’occasione saranno presenti anche il soprano Hye Won Nam, il tenore Giancarlo Monsalve, accompagnati al pianoforte da Pietro Selvaggio. L’organizzazione dell’evento è coordinata da Lino Venturini, ex sindaco di Bussolengo e già consigliere della Fondazione Arena, spodestato pochi giorni fa da Gigliola Cinquetti, nominata dal ministro Francesco Rutelli.«A Lino Venturini e al sovrintendente Claudio Orazi va il mio più caloroso ringraziamento per l’attenzione e la sensibilità mostrate nel riproporre un progetto di visibilità per le vette del Baldo: una montagna che non ha nulla da invidiare a tante altre rinomate località delle Dolomiti», sostiene il presidente della funivia, Giuseppe Venturini; presidente al quale va dato atto di aver trasformato quella che sembrava una iniziativa sporadica dell’estate del 2004 in un appuntamento fisso, all’interno di un sempre più sostanzioso calendario di manifestazioni promosse a quota 1760 metri.Tra gli obiettivi raggiunti anche quello di richiamare l’attenzione della Rai. «Per l’occasione sarà presente una troupe televisiva diretta dal regista romano Luigi Gorini, che confezionerà un servizio che andrà poi in onda all’interno del Tg1 e del Tg3», spiega ancora Venturini, con la mente già proiettato nel futuro, quando entrerà in funzione, a fianco della stazione a monte, la nuova struttura d’accoglienza. «Siamo già arrivati al tetto e per l’anno prossimo il nuovo edificio sarà aperto e funzionerà a pieno regime».Il complesso conterrà un bar ristorante su due piani, uno spazio espositivo che può essere suddiviso grazie a pareti mobili e una sala convegni che può ospitare fino a un centinaio di persone. Un solarium costituito da terrazze in legno consentirà ai visitatori di sostare osservando il panorama del lago. A fianco della funivia è prevista la realizzazionedi un’infermeria mentre nel seminterrato trovano ubicazione cucine, magazzini, spogliatoi per il personale, servizi igienici, un garage officina per il ricovero, la manutenzione e la riparazione dei battipista in dotazione alla funivia Malcesine-Monte Baldo.«Nel corso del consiglio d’amministrazione valuteremo anche quale tipo di gestione adottare per questa nuova struttura, che offrirà servizi all’avanguardia per il Monte Baldo», conclude Venturini.Intanto il programma musicale di sabato prevede brani di Verdi (O signore dal tetto natio, Il Trionfo, Brindisi, Va pensiero), George Bizet (aria di Micaela), Giacomo Puccini (Che gelida manina, Mi chiamano Mimì, O soave fanciulla, E lucevan le stelle), Schott Joplin (Rag Time), Joe Zawinul (Birdland) e Leonard Bernstein (Piccola Suite).

Commenti

commenti