Torna puntuale il circuito enogastronomico organizzato dal Consorzio Garda Classico.
Due notti all’insegna dei sapori e delle emozioni «in rosa»

Tutto il Profumo dei Chiaretti

Parole chiave: -
Di Luca Delpozzo

Gar­done Riv­iera si tinge di rosa per brindare all’ar­ri­vo del­l’es­tate con il : è ormai una tradizione, quel­la che si rin­noverà dopodomani e saba­to 26 mag­gio con la 6ª rasseg­na “Pri­mav­era: il Pro­fu­mo dei Chiaret­ti”, orga­niz­za­ta dal Con­sorzio Gar­da Clas­si­co in col­lab­o­razione con l’am­min­is­trazione del Comune garde­sano. In cartel­lone, come sem­pre, due ser­ate nel­la fas­ci­nosa cor­nice del­la per­la stor­i­ca del Gar­da ded­i­cate alla conoscen­za del Chiaret­to Gar­da Clas­si­co nell’abbinamento con i sapori del lago e delle terre bres­ciane. Il tut­to in un cir­cuito enogas­tro­nom­i­co che si dispiegherà sul lun­go­la­go di Gar­done Riv­iera, ospi­tan­do aziende agri­cole, ris­toran­ti ed una pre­sen­za isti­tuzionale di par­ti­co­lare ril­e­van­za come il Con­sorzio tutela Pro­volone Valpadana.«Il Chiaret­to è uno dei vini di pun­ta del­la riv­iera bres­ciana del Gar­da — spie­ga il pres­i­dente del Gar­da Clas­si­co, Pao­lo Turi­na -. Un di gran­di tradizioni, che da oltre un sec­o­lo antic­i­pa la pri­mav­era sulle tav­ole dei bres­ciani, ma anche di grande moder­nità, gra­zie ad un pro­fi­lo sen­so­ri­ale per­fet­ta­mente in lin­ea con il gus­to del con­suma­tore contemporaneo».Protagonista in questi ulti­mi tem­pi di una vera e pro­pria onda­ta di riscop­er­ta gra­zie al nuo­vo trend di con­sumo decisa­mente favorev­ole alle tipolo­gie rosate, il Chiaret­to sarà quin­di il per­no por­tante dell’itinerario enogas­tro­nom­i­co “Sapori in Rosa”, che sia ven­erdì che saba­to, a par­tire dalle 19.30 fino alle 22, accoglierà sul lun­go­la­go un numero ristret­to di appas­sion­ati (cir­ca 300 ingres­si a sera, al cos­to di 18 euro): ci sarà un vero e pro­prio ban­co d’assaggio dei migliori Chiaret­ti del Gar­da Clas­si­co, abbinati a for­mag­gi, salu­mi, miele, oli extravergi­ni, dol­ci, pesci di lago pro­posti diret­ta­mente dai pro­dut­tori, e preparazioni pen­sate apposi­ta­mente per l’occasione da uno chef di gri­do come Pier­car­lo Zan­ot­ti del ris­torante “Orti­ca” di Maner­ba del Gar­da. Per la pri­ma vol­ta, sarà inoltre pos­si­bile sper­i­menta­re l’abbinamento tra Chiaret­to ed il Pro­volone Val­padana Dop, for­mag­gio di gran­di tradizioni merid­ion­ali la cui pro­duzione — pochi lo san­no — si è trasferi­ta da un sec­o­lo al nord, ed ha pro­prio in Bres­cia la sua prin­ci­pale roc­caforte pro­dut­ti­va dopo Cremona.Ma non è tut­to: ven­erdì sera sarà anche pos­si­bile regalar­si una cena roman­ti­ca e esclu­si­va a bor­do lago. Nel menù, ideato e real­iz­za­to dal­lo chef Vir­gilio Don­del­li con la Scuo­la Alberghiera “Cate­ri­na de Medici” di Gar­done Riv­iera , i sapori del ter­ri­to­rio abbinati ovvi­a­mente al Chiaret­to. Saba­to, invece, la ser­a­ta prevede anche, alle 22, la sor­pre­sa di un risot­to al chiaret­to prepara­to dal­la Trat­to­ria” La Tav­er­na” e, infine, “Note in Rosa”, vero e pro­prio after­dinner musi­cale con tre pro­poste dif­fer­en­ti di voci fem­minili nelle tre piazze del lungolago.In degus­tazione anche le grappe del ter­ri­to­rio (2 euro). Sarà pos­si­bile acquistare i prodot­ti ed i Chiaret­ti in degus­tazione nell’itinerario enogastronomico.

Parole chiave: -